Commenta

Alla Pace grande
partecipazione per
'La festa degli angeli'

Messa nella mattina di martedì presso la casa di riposo Giovanni e Luciana Arvedi, presieduta dal vescovo monsignor Antonio Napolioni. Presenti entrambi i coniugi, che nel giorno del 2 ottobre hanno festeggiato il santo patrono della struttura, conosciuta come ‘La Festa degli Angeli’.

La scelta di questa data prende spunto dal fatto che l’angelo custode, secondo la tradizione cristiana, come ha sottolineato il Vescovo durante la messa, “è il ponte quotidiano, dall’ora in cui ci si alza all’ora in cui si va a letto la notte, ci accompagna ed è in rapporto con il Padre e noi. L’Angelo è la porta quotidiana alla trascendenza, all’incontro con il Padre, compagni di strada che ci accompagnano tutta la vita custodendoci nelle difficoltà”.

Il 2 ottobre coincide anche con la Festa dei nonni, figure molto importanti nella società moderna. Nella struttura sono 84 in tutto gli anziani ricoverati,  7 sono al centro diurno, 9 risiedono nella comunità alloggio, mentre 8 occupano gli alloggi protetti. Quello di martedì è stato un momento importante, perchè è stato caratterizzato anche dal cambio della guardia tra i cappellani don Achille Bolli – che dopo anni di servizio alla Fondazione La Pace è stato spostato nell’unità pastorale di sant’Agata, sant’Agostino, e sant’Ilario – e don Luigi Mantia, che già aveva l’incarico di seguire i sacerdoti ammalati e anziani e che per l’occasione è stato presentato alla comunità.

sg

 

© Riproduzione riservata
Commenti