Commenta

Neurochirurgia d'avanguardia,
presentato in ospedale
il nuovo primario

Presentato questa mattina all’ospedale di Cremona il nuovo primario di Neurochirurgia Antonio Fioravanti, proveniente dalla Neurochirurgia dell’Ospedale Bellaria di Bologna, dove ha sviluppato una complessa e numerosa casistica di interventi per patologie neoplastiche, vascolari e spinali. Fra le sue specialità la chirurgia per le neoplasie del basicranio, tumori complessi della fossa cranica anteriore e posteriore come meningiomi e neurinomi.
Durante il suo percorso professionale, il chirurgo ha affinato abilità tecnico-chirurgiche altamente specialistiche: sempre in campo oncologico ha applicato tecniche innovative quali awakesurgery (chirurgia da svegli) e chirurgia guidata con fluorescenza. “La vera notizia – ha affermato Camillo Rossi (Direttore Generale ASST di Cremona) – è che, nelle scorse settimane, Fioravanti ha eseguito anche a Cremona il primo intervento di resezione di tumore cerebrale guidato da fluorescenza. Per il nostro Ospedale e per la città un motivo di orgoglio che apre nuove prospettive per il futuro della chirurgia cremonese”.

“Quella della chirurgia cerebrale guidata da fluorescenza – ha spiegato Antonio Fioravanti – è una metodica innovativa che consente la differenziazione intra-operatoria tra tessuto sano e malato. Questo permette di ottimizzare l’asportazione del tumore cerebrale riducendo i danni eventuali del paziente, migliorando la sua qualità di vita. La preparazione è molto semplice: circa due ore prima dell’entrata in sala operatoria il paziente beve uno ‘sciroppino’ che, durante l’intervento, attraverso l’utilizzo di un particolare microscopio, evidenzia le cellule tumorali colorandole di rosa. Questo facilita la loro rimozione e la rende maggiormente precisa, diminuendo sensibilmente i rischi per il paziente.” “L’arrivo di Antonio Fioravanti nell’ASST di Cremona – ha aggiunto Rossi – è un accadimento importante e significativo per il nostro territorio. La sua storia professionale, le sue comprovate abilità di neurochirurgo sono una risorsa preziosa per l’equipe di Neurochirurgia e l’equipe di Neurologia diretta dalla Dr.ssa Maria Sessa,  con la quale c’è una stretta collaborazione – anche l’equipe infermieristica dei due reparti (che condividono la logistica di alcuni spazi) è unica e coordinata da Manuela Besanzini”.

“Sono certo che il Dr. Fioravanti – ha concluso Rossi – potrà dare un contributo essenziale anche all’interno del Dipartimento di Neuroscienze interaziendale, realizzato in collaborazione con ASST di Mantova e caratterizzato da due Neurologie con Stroke Unit, una Neurochirurgia, una Neuroradiologia e tre Riabilitazioni per un bacino d’utenza di circa un milione di abitanti.”

“La professionalità e l’esperienza di Fioravanti nel contesto descritto dal Direttore Generale – ha concluso Rosario Canino, direttore Sanitario dell’ASST di Cremona – è fondamentale sia per l’Ospedale di Cremona sia per lo sviluppo del Dipartimento interaziendale. Ciò a vantaggio di una organizzazione che prevede percorsi assistenziali condivisi che in letteratura sono sinonimo di una migliore efficienza ed efficacia dei percorsi diagnostico-terapeutico-assistenziali”.

© Riproduzione riservata
Commenti