3 Commenti

Sgarbi invita Marine Le Pen
a visitare la mostra
sul "Regime dell'Arte"

Una mostra apolitica, per riscoprire a 70 anni di distanza, le qualità di un periodo artistico che subito dopo la caduta del fascismo venne cancellato, così come dispersi e smembrati furono i quadri che parteciparono alle tre edizioni del premio Cremona. Così avevano presentato la mostra “Il regime dell’arte” qualche settimana fa, i curatori Vittorio Sgarbi e Rodolfo Bona. Ora lo stesso critico d’arte, deputato e sindaco di Sutri Vittorio Sgarbi prende provocatoriamente un’altra direzione, invitando la leader francese del Front National Marine Le Pen, a visitare la mostra cremonese. I due si sono incontrati a Roma in occasione di un convegno dell’Ugl su temi economici ed Europa. “Conosco bene la Le Pen – ha poi dichiarato Sgarbi – perché siamo stati colleghi al Parlamento europeo. Mi ha promesso che ritornerà per visitare alcune mostre che le ho segnalato. In particolare l’ho invitata a visitare la mostra Il regime nell’arte in corso a Cremona, che ricostruisce il “Premio Cremona” voluto da Roberto Farinacci, e quella su Caravaggio attualmente in corso al Musée Jacquemart-André di Parigi.

Nel corso dell’inaugurazione al museo civico lo scorso settembre, Sgarbi aveva dichiarato che la mostra non poteva prestarsi ad alcun retropensiero: “La politica non c’entra nulla, c’è una lunga distanza, ormai 75 anni, che ci mette al riparo da ogni rischio. “Fin da quando cominciammo a ragionare sull’idea di una mostra sul Premio Cremona mi sembrò che il sindaco fosse subito immediatamente disponibile. La presenza di Rodolfo Bona (impegnato politicamente col Pd; vicepresidente Anpi, ndr) era garanzia di una mostra che fosse di una fedeltà assoluta nel riproporre quello che fu il clima di quell’epoca”. Vedere oggi un quadro in cui una famiglia ascolta un discorso alla radio, nell’epoca degli smartphone – aveva aggiunto Sgarbi – mette al riparo da ogni rischio di propaganda: “Dire che sono antifascista è superfluo, perchè è già aprioristico. Ma se da storico voglio ricostruire quel mondo, lo devo ricostruire fedelmente”.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Telafó Giovanni

    Marie Le Pen….mmmm sarà la zia di Marine Le Pen?

    • mirko ansaldi

      Che giornalisti di ballanza!!fra un po faranno un servizio su quando vado al cesso.

    • Cremonaoggi

      Grazie della segnalazione. Abbiamo corretto