Commenta

Alla guida parlando
al cellulare, 5 sanzioni
in poche ore

Avviata da parte della Polizia Locale una serie di controlli con pattuglia mobile mirati  contrastare il fenomeno crescente della guida mentre si sta parlando al cellulare o guardando il tablet. In una giornata sono stati fermati lungo le strade del ring cittadino, cinque automobilisti che stavano commettendo questo tipo di infrazione divenuta purtroppo un’abitudine, quasi che l’urgenza della comunicazione fosse sempre impellente. “Inizialmente avevamo attivato pattuglie con auto di servizio riconoscibile”, spiega il comandante della Polizia Locae Pierluigi Sforza. Poi siamo passati ai controlli con auto senza segni di riconoscimento, il che ha migliorato l’efficacia del servizio”. Cinque gli automobilisti sanzionati, secondo quanto prevede l’art, 173 del codice della strada, in quanto l’uso del telefono è un elemento di distrazione che sta determinando a livello nazionale e locale un considerevole aumento dell’incidentalità. La sanzione è di 160 euro, con decurtazione di 5 punti dalla patente.

Secondo i calcoli dell’Anas sono state 65.104 le infrazioni segnalate nel 2017 per il mancato utilizzo di apparecchi a viva voce o dotati di auricolare, il 7,1% in più rispetto all’anno precedente. Il cellulare viene spesso usato in auto non solo per conversazioni telefoniche, ma anche per digitare sms o partecipare a discussioni sui social network. Recenti ricerche hanno rivelato che l’invio di sms aumenta di più di 8 volte il rischio di incorrere in incidenti stradali; inviare un messaggio di testo comporta di distogliere gli occhi dalla strada per circa 4,6 secondi, con evidenti problemi per la sicurezza di chi guida e degli altri utenti della strada. Per questo, per evitare questo tipo di distrazione, l’art 173 del Codice della Strada prevede espressamente il divieto di uso di cuffie sonore; il divieto di utilizzo di apparecchio telefonico che comporti l’uso della mano (destra o sinistra); oltre al divieto di utilizzo di apparecchio telefonico a viva voce (o dotato di auricolare) da parte di conducente privo di adeguate capacità uditive.

© Riproduzione riservata
Commenti