Un commento

Undici anni dopo finisce
in carcere il violentatore
di una badante

E’ finito in galera 11 anni dopo aver commesso il fatto, un uomo condannato per violenza sessuale ai danni di una ragazza all’epoca 27enne. B.P.P,. 31 anni, residente a Cremona e di nazionalità romena, aveva picchiato e costretto ad avere rapporti sessuali una sua connazionale conosciuta attraverso un comune amico. Nel pomeriggio del 23 settembre 2007 si erano incontrati in piazza del Comune e dopo qualche chiacchiera i due l’avevano convinta a seguirli nell’abitazione di B.P.P in via Milano. Qui, dove si trovavano altri due uomini, si era consumata la violenza. La ragazza, in Italia come badante, era riuscita a telefonare al 112, ma prima che potesse spiegare quanto stava accadendo, il violentatore era riuscito a strapparle di mano il telefono e chiudere la conversazione. La centrale operativa richiamava subito l’utenza, ma a rispondere era stato uno dei violentatori che spiegava come la telefonata fosse partita per sbaglio. La donna fu lasciata andare solo nel pieno delle notte, alle 4, dopo aver promesso di tenere la bocca chiusa. Una volta fuori, invece, si era recata dai carabinieri presso la caserma S.Lucia e qui aveva raccontato tutto. La successiva visita in ospedale stabiliva una prognosi di 10 giorni. Solo di pochi giorni fa l’ordine di carcerazione da parte del Tribunale, eseguito dai carabinieri del comando di Cremona agli ordini del maggiore Rocco Papaleo.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Mirko

    11anni per una sentenza?!?! Un colpo e via andare, con grande risparmio economico di forze ed energie