Ultim'ora
7 Commenti

Legambiente: 'Subito
interventi urgenti per
la sicurezza in discarica'

foto Sessa

Niente telecamere di sicurezza presso la piattaforma della differenziata di San Rocco, e gestore (Linea Gestioni) messo sotto accusa da Legambiente. La raccolta differenziata, uno dei capisaldi ambientalisti, va perseguita con le necessarie garanzie: queste le richieste mosse oggi dal circolo cremonese  Vedo Verde dell’associazione ambientalista, attraverso una nota del presidente Pier Luigi Rizzi. “La piattaforma ecologica di San Rocco -si legge –  rappresenta un percorso virtuoso di economia circolare ed è un luogo dove i cittadini conferiscono materiali differenziati da avviare al riciclo.
In merito all’incendio che vi si è verificato, Legambiente Cremona chiede che: Linea Gestioni rafforzi le misure di sicurezza e le procedure di vigilanza nelle ore in cui la piattaforma non è accessibile al pubblico; Linea Gestioni si faccia carico di un maggiore controllo degli accessi alla piattaforma nelle ore di apertura.

“Inoltre si chiede che, in conseguenza dell’evento, ?ARPA ?? e il ?Sindaco di Cremona ?? rendano disponibili i dati di monitoraggio della qualità dell’aria e informino circa le eventuali ricadute sulla salute dei cittadini e sull’ambiente.
Le materie seconde sono fonte di grossi interessi economici e i numerosi incendi che si sono verificati in luoghi di conferimento rifiuti in Lombardia meritano attenzione e ulteriori controlli”.

Linea Gestioni aveva già rassicurato sull’intenzione di rafforzare i sistemi di sicurezza, ma sta di fatto che campanelli d’allarme su situazioni che spesso sono degenerate, ne sono già suonati parecchi. La piattaforma dopo l’orario di chiusura diventa terra di nessuno (leggi qui: Discarica San Rocco, dopo l’orario di chiusura entrano in scena selezionatori abusivi; Lite degenerata a san Rocco tra kosovari e marocchini per accaparrarsi i rifiuti).

Una prima occasione di confronto con il gestore potrà esserci martedì prossimo, quando è convocato in Comune l’Osservatorio Rifiuti, con la presenza della società del gruppo Lgh. g.biagi

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti