32 Commenti

Ecosistema Urbano, Cremona
perde 11 posizioni: male aria
e trasporto pubblico

AGGIORNAMENTO – “Caliamo rispetto allo scorso anno – commenta il sindaco Gianluca Galimberti in merito alla classifica Ecosistema Urbano di Legambiente – Sole24Ore  –  ma siamo terzi in Lombardia e nelle prime 25 città italiane, migliorando comunque in questi anni la posizione del 2014 quando eravamo 30esimi. Dopo la crescita dello scorso anno dovuto in primis alla raccolta differenziata, quest’anno siamo 22esimi in graduatoria. Un risultato che ci sprona ancora di più ad impegnarci soprattutto su smog e trasporto pubblico, gli indicatori che ci hanno penalizzato, continuando in quelli che ci vedono virtuosi come ciclabili, differenziata e isole pedonali”.

Cremona passa dall’11esimo al 22esimo posto nella classifica generale dell’ecosistema urbano di Legambiente, pubblicata questa mattina dal Sole24Ore. Il rapporto, su dati 2017, si basa su 17 parametri raggruppati in 5 macroaree (aria, acqua, rifiuti, trasporti, ambiente, energia) e parte dal presupposto di un ipotetico punteggio di 100 che spetterebbe a un capoluogo in grado di rispettare tutti i limiti di legge e di garantire una buona qualità ambientale per ognuno degli indicatori considerati. Nella top ten primeggia la vicina Mantova con 78,14 punti; Cremona totalizza quest’anno 61,6 punti contro i 63,48 dello scorso anno.

A spingere Cremona in basso alla classifica è la qualità dell’aria: siamo 100esimi su 104 per concentrazione media di Pm10, con un valore di 41,5 peggiorando la posizione dell’anno precedente quando eravamo 92esimi con 35,5. Male anche l’ozono e biossidi di azoto, che ci vedono in 86esima e 84esima posizione. Ci penalizza anche il trasporto pubblico, sia per offerta di linee, sia per numero di passeggeri, siamo 78 esimi in classifica. Posizione media invece per numero di automobili per abitante: 61 auto ogni 100 abitanti e 32esima posizione a livello nazionale.

Sul fronte rifiuti, siamo stabili in 11esima posizione per percentuale di differenziata, con il 73,9% ma peggioriamo dalla 47esima alla 58esima posizione per quantità di rifiuti prodotti, 523 kg per abitante contro i 509 dell’anno precedente. Peggioriamo anche per consumi idrici, dalla 49esima alla 56esima posizione, mentre siamo tra le province  virtuose per capacità di depurazione (oltre il 99%).

Perdiamo una posizione per quanto riguarda i km di piste ciclabili, pur rimanendo sul podio: dalla seconda alla terza posizione, con 31,7 metri ogni 100 abitanti: a batterci sono Reggio Emilia e Mantova. Stabili invece per km quadrati di isole pedonali (quinti in classifica), per utilizzo energie rinnovabili (11esimi) e per quantità di alberi (29esima posizione). g.biagi

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Illuminatus

    “A spingere Cremona in basso alla classifica è la qualità dell’aria […] Posizione media invece per numero di automobili per abitante”.
    Ennesima ed ulteriore prova che l’uso dell’auto a Cremona non è la primaria causa dell’inquinamento.

    • Caber

      ma al di la dei verdi lo sanno tutti, la principale causa di inquinamento da particolato in lombardia sono i riscaldamenti.

      • Diretur

        Lo sanno anche i Verdi, peccato che in Italia non esistano.. o siano rappresentati da macchiette.. ma sicuramente non troveranno il favore di persone “avanti” come lei idee come.. non accompagnare i bambini in auto fin dentro le scuole.. o non andare al lavoro in auto se la distanza è inferiore ai 2 km… fare ognuno come gli pare.. per poi lamentarsi che le cose vanno male..

        • Caber

          non ho figli e vado a lavorare in bici (si, anche d’inverno e col maltempo).
          Può dire lo stesso in coscienza di moralizzatore?

        • Mario Rossi SV

          Perché andare in bici se l’auto non è la causa, spegni il riscaldamento se vuoi fare qualche cosa di utile!

      • Illuminatus

        LegaAmbiente Lombardia ha pubblicato che a Cremona una fonte principale dell’inquinamento da Pm10 è l’agrizootecnia, forse la preponderante.

  • Caber

    Vista la posizione in isole pedonali e piste ciclabili forse sarebbe ora di lavorare su qualcos’altro…

  • giorgino carnevali

    ESAMINO DI COSCIENZA.
    Leggo, da Illuminatus: “….l’uso dell’auto non è la primaria causa di inquinamento a Cremona”. OTTIMO, DA APPLAUSI. E NON SCHERZO. Leggo, da Caber. “….la primaria causa di inquinamento sono i riscaldamenti”. E’ VERO, ANCHE I RISCALDAMENTI. Fo una domanda, semplice semplice, terra a terra. SICURI CHE NON SIA QUALCOSA DI ALTRO…A PRODURRE INQUINAMENTO? E qua mi fermo, poichè vivendo in una casa di vetro, non mi conviene lanciare sassi.

    • Illuminatus

      Certo. LegaAmbiente Lombardia ha punto il dito sulla agrizootecnia come fonte importante di inquinamento da Pm10, se non addirittura la principale.

      • pisto

        L’acciaieria niente ?

        • Illuminatus

          Io riporto solo il riassunto di un articolo di LegaAmbiente Lombardia pubblicato gennaio scorso. Si potrebbe infatti anche aggiungere l’inceneritore –

    • Caber
      • Illuminatus

        Però… l’unica cosa su cui le diverse fonti concordano è che la colpa non è del traffico!
        Grazie del link.

        • Caber

          Con una battura: meglio colare cemento ovunque per costruire autostrade e parcheggi piuttosto che difendere i campi da un “consumo di suolo”

          • Illuminatus

            Giusto, come si sta facendo con gli orti dei pensionati in zona Zaist. Meglio le erbacce e l’incuria che il verde ordinato e curato (peraltro gratis).

  • Maumaro

    Grande delusione per questa amministrazione che sembra muoversi solo in funzione di queste classifiche.
    Hanno puntato tutto sulle piste ciclabili per qualche punto in più, dimenticandosi dello sviluppo della città e delle infrastrutture. Purtroppo non impareranno dai loro errori ed insisteranno su blocco traffico e biciclette.

    • Illuminatus

      Che, per favorire pochi ciclisti, l’allungare il percorso da fare in auto-furgoni-camion (ved. sottopasso di via Brescia, o Picenengo, ma ci sono altri esempi) avrebbe portato a maggiore inquinamento lo capiscono anche i sassi.

      Se poi è vero che l’assessore della mobilità abbia sincronizzato i semafori in via Giordano appositamente per rendere il traffico a singhiozzo (allo scopo di scoraggarne l’utilizzo) scendiamo in responsabilità davvero gravi per il maggiore inquinamento risultante e possibili malattie anche gravi di chi vi abita.

      • Alessia Manfredini

        Io tecnico dei semafori? Lasci stare le fake news.

        • Illuminatus

          Mi fa piacere la Sua smentita di aver ordinato la cadenza attuale dei semafori.

          Però mi consenta, per cortesia, di fare un paio di osservazioni, nella mia qualità di utente di detta strada che lo ha percorso almeno 14mila volte (quattro volte al di per 16 anni per lavoro).

          1. E’ particolarmente inquinante attendere in coda che scatti il verde, e quando si può ripartire, vedere il prossimo semaforo già al giallo e doversi fermare di nuovo.

          2. E’ ancora più snervante, nonché inquinante, trovarsi incollonati col motore acceso in 10-15 auto ad attendere il verde per vederne passare appena due o tre dalle vie dalle vie d’incrocio e poi più nessuno.

          A me sembra che una sincronizzazione modificata dei semafori, con delle durate tarate diversamente, potrebbe snellire parecchio il traffico e ridurre l’inquinamento.

          Grazie dell’attenzione e buona giornata.

          • Alessia Manfredini

            Riporto le sue osservazioni ai tecnici del Comune.

          • Illuminatus

            La ringrazio infintamente!

          • Andrea

            Illuminatus, nonostante sia spesso in disaccordo con te ti ho sempre trovato (al contrario di mario rossi e di mattia) una persona coerente e disposta a ragionare e a cambiare idea, a dare comunque spazio a tutti ed è una cosa che apprezzo, mario rossi o mattia sono i clown della situazione, uno che insulta a caso se viene smentito (senza un minimo di ragionamento) e l’altro che ripete ossessivamente “the punisher” pensando probabilmente di far ridere (forse in terza elementare). E soprattutto, sei sempre abbastanza a modo. Però quando metti i “mi piace” agli sproloqui e agli insulti insensati o alle prese in giro (tipo il commento sopra) di mario rossi, non capisco. Mi cadi un po’ su questo.

          • Mario Rossi SV

            Devo dire che l’osservazione è pertinente, quando passo in auto in via Giordano vado sempre a tappe come quando porto a passeggio il mio cane. Mi chiederei piuttosto se i nuovi fantasmagorici gestori siano in grado di fare quella un tempo si chiamava “onda verde”.

  • giorgino carnevali

    PISTO, E’ TUTTO.
    Sono così semplici e così vere le vostre considerazioni che nessuno osa negarle. Cosa volete che vi dicano: bravo? Non succederà mai!

  • ciclo-pe

    Ma certo, quando c’era il centro destra al governo l’aria era pulitissima e i mezzi pubblici funzionavano perfettamente. Per il semaforo di via Giordano è così da almeno vent’anni. Ma lo smog da scarichi auto è dovuto al ciclo semaforico o all’uso sconsiderarto delle auto private, molte obsolete e maltenute, con un solo passeggero a bordo? Infine i blocchi del traffico provengono da direttive regionali e non mi pare che la Lombardia sia in mano ai soviet, anzi, mi pare che governi la Lega.

    • Illuminatus

      “Il” semaforo di via Giordano? Vent’anni fa tra via Giordano e via Novati non ce n’era nemmeno uno, ora ce ne sono sei!!

      • Diretur

        Questo è un commento più intelligente: sicuramente via Giordano deve scorrere meglio.. e l’idea Conad è folle

        • Illuminatus

          Tutti i giorni percorro via Giordano verso piazza Cadorna verso le 12.15. Solitamente ci sono code ed attese, tranne …quando il semaforo è guasto.

          Proprio così, il traffico scorre di più senza semaforo. Ed un esperimento svolto in Germania ha anche dimostrato che dove c’è un semaforo lampeggiante, avvengono anche meno incidenti.

          Vale la pena rifletterci.

        • Mario Rossi SV

          Più intelligenti di cosa? Dei tuoi? Beh …allora ci vuole poco…

    • Mario Rossi SV

      Dai su, non essere arrabbiato, oggi hai preso tantissima acqua con il tuo biciclo e sei tutto zuppo, forse domani andrà meglio e sarai più lucido nei tuoi commenti.

      • Diretur

        Insultare uno che va in città in bici qualifica chi insulta..

        • Mario Rossi SV

          In una giornata con un tempo da lupi come oggi non credo che ci siano alternative all’auto…