Commenta

Lo street artist “Blub”
torna con nuove
incursioni a Cremona

Sono trascorsi soltanto tre mesi da quando l’artista toscano “Blub” era arrivato nella notte a Cremona suscitando con le sue opere la curiosità dei cittadini, ma proprio in virtù del riscontro positivo è già tornato con nuove incursioni di ‘street art’. Nel centro storico le creazioni sono comparse fra Piazza Giovanni XXIII, via Arisi, via XI Febbraio e via Lanaioli, sempre con la stessa tecnica: dipinti su carta da manifesti affissi con colla vegetale sugli sportelli delle cassette elettriche stradali, un modo per decorare la città senza però deturparla. Il soggetto segue il tema “L’arte sa nuotare” lanciato da “Blub”, che mette una maschera da sub alle opere d’arte più celebri di tutti i tempi, metafora per esprimere come in un momento di crisi sia fondamentale incominciare a nuotare (la volta precedente nella città del torrazzo erano stati messi ad esempio ‘L’uomo con la bombetta’ di Magritte e la ‘Dama con l’ermellino’ di Leonardo da Vinci, nonché un omaggio al maestro liutaio Stradivari); in questo caso però “L’arte sa nuotare” viene declinata attraverso le feste e così si incontra Babbo Natale, rigorosamente con maschera da sub, poi una scritta che recita «Una coscienza risvegliata è un vero dono» sempre idealmente prodotta da Babbo Natale, infine altri volti iconici anche del mondo della musica. “Blub” aveva esposto durante l’estate un olio su tela nella mostra “Into the water” allestita presso l’Ex Filanda Jacini di Casalbuttano, collettiva di artisti contemporanei promossa da “Art Service”. Nessuno però conosce l’identità dell’artista: di lui si sa soltanto che ha incominciato l’attività nel 2013 a Firenze, per poi diffondersi nelle principali città italiane e persino all’estero.

Federica Priori

© Riproduzione riservata
Commenti