Commenta

Ponteterra, lunedì arriva
il RIS e interrogatorio Zani:
basket Cs lancia raccolta fondi

Saranno i RIS di Parma, lunedì mattina, ad ispezionare la casa di via Tasso dove – a causa del fumo dell’incendio sviluppatosi molto probabilmente in maniera dolosa – ha trovato la morte Marco Zani, 11 anni. Servono i riscontri agli inquirenti, le prove che il padre Gianfranco – che si dichiara innocente – sia stato lì. In tribunale – con molte probabilità – non basteranno solo le minacce ed un pregresso di violenza, come raccontato dalla ex moglie  – ma serviranno anche le prove oggettive.

Nessuno, infatti, sembra averlo visto all’interno della casa ad appiccare il fuoco. L’incontro con la ex moglie, con il tentato speronamento dell’auto, è avvenuto sulla strada. Sarà il RIS a cercare le prove certe ed inequivocabili della presenza dell’uomo – che aveva ancora le chiavi della sua ex casa – negli attimi prima che si sviluppassero le fiamme.

Sempre nella giornata di lunedì, in ogni caso, Gianfranco Zani verrà interrogato alle 9.00 nel reparto psichiatrico dell’ospedale Maggiore di Cremona dove è attualmente ricoverato. Ad interrogare Zani, assistito dall’avvocato Fabrizio Vappina, sarà il gip di Cremona.

Intanto non cessa il cordoglio in città. Una città sconvolta per una morte così tragica. “Una tragedia straziante, che lascia un senso di impotenza e di vuoto”, come la definisce il sindaco Aldo Vincenzi.

Tantissimi i messaggi di cordoglio arrivati alla mamma. Anche da persone sconosciute che hanno voluto manifestare la vicinanza al dolore. Tanti anche i messaggi – irripetibili – indirizzati al padre.

Anche il mondo dello sport partecipa al lutto. “La tragica scomparsa di Marco ha sconvolto tutta la nostra comunità, ma in particolar modo i ragazzi che, cresciuti insieme, con lui condividevano il banco di scuola e gli svaghi pomeridiani. Asd Basket Casalmaggiore ricorderà Marco con un minuto di silenzio prima della palla a due delle gare di questo fine settimana. Inoltre vorrebbe dare un aiuto concreto alla mamma e ai fratelli con una raccolta fondi: chiunque dei tesserati volesse contribuire lo può fare con offerte che verranno raccolte durante le partite del fine settimana o consegnandole agli istruttori durante gli allenamenti”.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti