Commenta

Metro da San Donato
a Paullo, la Provincia aderisce
a nuovo studio di fattibilità

Cremona torna a scommettere sul collegamento veloce con Milano. Il Consiglio provinciale ha approvato la scorsa settimana lo schema tipo di accordo tra Città Metropolitana di Milano, il comune meneghino e i comuni dell’hinterland per l’affidamento ed il finanziamento della prima fase del “Progetto di Fattibilità Tecnica ed Economica per lo studio di un sistema di trasporto pubblico per la direttrice Paullese”.
Lo scorso agosto il Comune di Milano, facendo seguito a precedenti incontri risalenti al 2017, aveva trasmesso una proposta di accordo per affidare un incarico alla Società MM S.p.A. per la redazione del progetto di fattibilità per  il prolungamento dalla stazione M3 di S. Donato a Paullo”.

Obiettivo dello studio è di individuare lo scenario ottimale di potenziamento del sistema del trasporto pubblico nel bacino del sud-est Milano che si estende da Milano (Rogoredo/S. Donato M3) lungo la direttrice Paullese, attraverso la zona omogenea “Sud Est” della Città Metropolitana di Milano, approfondendo tra gli altri la tematica dei collegamenti con la provincia di Cremona. Su questo tema sono stati svolti in passato diversi studi, tra cui quello redatto dal professor Perticaroli su incarico della Provincia nel 2004. La partecipazione della Provincia di Cremona si sostanzia in un contributo di € 8.000,00. Gli altri comuni coinvolti sono quelli san Donato Milanese, Peschiera Borromeo, Pantigliate, Mediglia, Settala, Tribiano, Paullo, Zelo Buon Persico, Crema, Spino d’Adda.

© Riproduzione riservata
Commenti