3 Commenti

Abbandonava rifiuti nei
campi di Pessina. 43enne
denunciato dai carabinieri

Un bresciano di 43 anni, S.C., residente a Gambara, è stato denunciato dai carabinieri con l’accusa di gestione di rifiuti non autorizzata. L’uomo, disoccupato e pregiudicato, è ritenuto l’autore di quanto accaduto la prima settimana del mese di novembre quando i militari, in seguito alla segnalazione arrivata dal sindaco di Pessina Cremonese, avevano trovato in una zona rurale vari rifiuti come capi di abbigliamento, scarpe, barattoli di latta e vetro, mensole ed oggetti vari in legno, volantini pubblicitari e riviste giornalistiche. Le indagini, effettuate anche attraverso la visione delle immagini ricavate dai sistemi di videosorveglianza della zona, hanno permesso di appurare che l’uomo aveva smaltito in maniera illecita.

I carabinieri hanno verificato che in quella zona rurale fra il comune di Pessina Cremonese e la frazione Villarocca erano stati trovati in stato di abbandono alcuni sacchi neri contenenti vari rifiuti apparentemente solo domestici, ed altro materiale sparso in un canale irriguo. I militari, accertato che il campo dove erano stati abbandonati i rifiuti apparteneva ad un 63enne di Pessina, lo hanno invitato a provvedere alla bonifica dell’area e a portare i rifiuti alla discarica comunale. Il proprietario ha quindi ottemperato e ha ripulito tutta la zona. L’operazione di pulizia è stata effettuata in osservanza al principio di precauzione in materia ambientale, evitando che i rifiuti che giacevano all’interno del fossato per irrigazione potessero causare un danno ambientale di maggiore entità.

A questo punto sono scattate le indagini volte ad accertare la responsabilità di tale smaltimento abusivo di rifiuti. I militari hanno esaminato tutta la documentazione cartacea presente, rilevando alcuni nominativi e riuscendo a scoprire  che il materiale proveniva da un’abitazione di Torbole Casaglia, i cui proprietari, una coppia di pensionati, avevano venduto la casa ad un’altra pensionata originaria di Lograto, in provincia di Brescia. Il materiale proveniva effettivamente da quell’abitazione, ma la pensionata  lo aveva affidato ad un soggetto per smaltirlo regolarmente presso la discarica del comune bresciano. I successivi accertamenti dell’Arma hanno accertato che invece l’uomo si liberava del materiale, abbandonandolo nei campi di Pessina.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Mirko

    Ora, gli fate fare la differenziata(che non ha fatto prima) e una multa pari al doppio dei kg che ha smaltito illecitamente….cosi gli passa la voglia.
    Oppure si carica tutto e glielo si butta tutto in casa

    • Telafó Giovanni

      Così è deciso! La giuria si ritira!

      • Mirko

        Perché no