Cronaca
Commenta4

Segreteria cittadina Pd, ufficializzato Burgazzi Sosterrà Zingaretti

Ufficializzato lo scorso 16 dicembre con il voto degli iscritti, il nuovo segretario cittadino del Pd cremonese, Luca Burgazzi. Il voto è stato validato dalla Commissione Congressuale. “Ringrazio tutti gli iscritti che mi hanno voluto dare fiducia”, le prime parole dopo l’investitura, che arriva dopo il quadriennio di  segreteria retta da Roberto Galletti. “Una responsabilità importante per continuare il lavoro svolto dal PD in questi anni a servizio della città. Una responsabilità con la consapevolezza che occorre il contributo collettivo di tutti. Nei prossimi anni il PD dovrà essere un luogo di incontro e di proposta politica per rappresentare al meglio le esigenze della società cremonese, con particolare attenzione a chi è più in difficoltà.”

L’elezione di Burgazzi arriva nel momento di avvio del percorso congressuale che culminerà il 3 marzo 2019 con le primarie per la scelta del futuro segretario di partito a livello nazionale. Prima ci sarà la fase ‘interna’: dal 7 al 27 gennaio infatti nei vari circoli verranno presentate e votate le varie candidature pervenute (6 alla fine i potenziali segretari: Giachetti, Martina – in tandem con Richetti -, Boccia, Zingaretti e i due outsider  Corallo e Saladino). Al termine di questa tornata, entro fine gennaio, si terrà la convenzione provinciale per eleggere i candidati alla convenzione nazionale che si terrà ai primi di febbraio. Tutti appuntamenti riservati agli iscritti mentre le primarie del 3 marzo saranno aperte a tutti gli elettori. In città non si sono ancora costituiti i comitati, ma già in settimana potrebbero uscire i primi schieramenti. Il neo segretario Burgazzi appoggerà Nicola Zingaretti, il governatore della regione Lazio che sembra riuscito a coagulare attorno a sè la sinistra interna, ma anche i simpatizzanti di Gentiloni e Franceschini. “Sarò parte attiva del comitato che sosterrà la candidatura di Zingaretti – sostiene Burgazzi – il candidato che mi sembra rappresentare una fetta consistente del partito ma anche del centro sinistra che abbiamo perso, senza rinnegare il passato, ma con uno stile diverso da certi schemi”. La fetta di italiani cui guardare è quella che nelle ultime elezioni si è spostata sulle posizioni dei 5stelle: “Non per fare un’alleanza coi 5stelle, sia ben chiaro, ma per fare un alleanza con gli elettori”.

Con il segretario uscente Martina è invece schierato l’ex segretario provinciale ed ora consigliere regionale Matteo Piloni. g.biagi

© Riproduzione riservata
Commenti