Commenta

Castello - Po, S.Bernardo
e stazione le zone più
richieste da chi cerca casa

Secondo il sito specializzato “Scenari immobiliari”, è in ripresa il mercato delle case a Cremona, con un numero di compravendite che tende al 1000 per il 2019, dopo anni di stagnazione che avevano visto scendere il numero di transazioni fino a 650 nel 2013. Anche le quotazioni sono in crescita in maniera costante dal 2015. La variazione di prezzo più marcata rispetto allo scorso anno riguarda i quartieri Po – Castello, Libertà – san Bernardo e piazza Risorgimento – stazione, dove dove i valori sono cresciuti del 2%, del 3 e del 2,8%. Tiene anche il centro storico con +1,6%, mentre c’è il segno meno per i quartieri più periferici: Migliaro, Boschetto, Cavatigozzi, Giuseppina, S.Ambrogio.

“Il mercato residenziale della città di Cremona – si legge nel report di Scenari Immobiliari –  dopo avere toccato il minor numero di compravendite dell’ultimo decennio nel 2015, è tornato a crescere stabilmente nell’ultimo triennio, pur continuando a rimanere al di sotto delle mille unità transate su base annua. Nel 2017 le compravendite hanno interessato 860 immobili, con un incremento del 6,2 percento rispetto all’anno precedente, generando un fatturato di 138,3 milioni di euro, sulla cui crescita è continuato a pesare l’andamento negativo delle quotazioni immobiliari di gran parte della città. Il tasso di assorbimento è stato pari al 72,3 percento a fronte di una crescita dell’offerta di appena lo 0,8 per cento. L’andamento positivo del mercato residenziale di Cremona è proseguito anche nel 2018, che secondo le attuali stime dovrebbe concludersi con 940 unità compravendute (più 9,3 per cento
rispetto al 2017) e 154 milioni di euro di fatturato, in crescita del 6,3 per cento. Anche quest’anno la crescita dell’offerta è stata molto contenuta, e per la fine dell’anno non dovrebbe superare le 1.200 unità, determinando a fronte dell’aumento delle compravendite, un ulteriore crescita del tasso di assorbimento al 78,3 per cento.
Nonostante le dimensioni molto contenute, il mercato immobiliare della città di Cremona gode complessivamente di buona salute. In attesa di sviluppi futuri, le previsioni per il 2019 rimangono stabili. La città dovrebbe per la prima volta raggiungere le 1.000 unità compravendute annualmente, a fronte di un fatturato in crescita sostenuto da una maggiore tenuta delle quotazioni immobiliari.
L’andamento delle quotazioni immobiliari negli ultimi anni aveva infatti evidenziato una condizione di marcata debolezza, in particolare nelle zone periferiche, che entro il 2019 dovrebbero vedere i propri prezzi di vendita quasi dimezzarsi rispetto ai valori rilevati nel 2007.
Nonostante nelle altre zone della città i prezzi siano tornati a crescere, a partire dal 2016 nelle zone centrali e dal 2017 nel semicentro, in periferia non si è ancora assistito a segnali tali da suggerire una possibile inversione di tendenza.

 

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti