Commenta

Dopo la sosta, per la Pomì
c'è il Club Italia. Gaspari:
'Squadra da non sottovalutare'

Passato il turno di pausa, servito per riprendersi e per analizzare la partita di Monza, la VBC Pomì Casalmaggiore ritorna in campo per la undicesima giornata della Samsung Volley Cup Serie A1 Femminile. Ad ospitare le rosa questa volta saranno le azzurrine del Club Italia allenate da coach Bellano coadiuvato da coach Fanni: fischio di inizio alle ore 17.00 di domenica 23 dicembre al Centro Pavesi di Milano, arbitreranno il signor Giorgio Gnani e la signora Rachela Pristerà.

Capitan Arrighetti e compagne, dopo la sosta del weekend scorso, sono tornate in campo ad allenarsi più cariche che mai per affrontare sia questa gara che le prossime due che compongono un trittico interessante che chiude di fatto sia il girone d’andata che l’annata 2018. “La pausa è sempre un punto interrogativo – analizza coach Marco Gaspari – perché ti permette di lavorare e consolidare gli aspetti positivi e di migliorare le cose negative o comunque implementare situazioni di campo che normalmente non puoi fare, dall’altro lato però ti fa perdere ritmo gara, questo è fuori dubbio, soprattutto perché se ti ritrovi a giocare una partita in due settimane e poi giocarne tre in così pochi giorni, senza contare il tour de force di gennaio, non è semplice. Ma la pausa c’è per tutti, quindi non deve essere un problema, anzi va sfruttata per lavorare al meglio sotto l’aspetto fisico per affrontare al meglio sia questa chiusura d’anno intensa che la ripresa.”

Davanti alle rosa, sicuramente agguerrite per riprendere il proprio ruolino di marcia interrotto alla Candy Arena, ci sarà il Club Italia, senza Pietrini ed Enweonwu, squadra da non prendere sottogamba, come conferma Gaspari: “Quella con il Club Italia è una gara da prendere con estrema attenzione perché è una squadra giovane che sì commette errori, dettati soprattutto dall’età delle giocatrici (si va dal 1997 di De Bortoli al 2004 di Trampus con tutto il resto del roster nato negli anni 2000 ad eccezione di Sylvia Nwakalor, ndr), ma per noi sarà una gara da vincere assolutamente. Davanti troveremo una squadra che, come stiamo vedendo a video, spesso ha picchi di gioco anche in corso d’opera, dimostrando di essere sempre viva, quindi ogni set va vissuto con estrema attenzione sia tattica che tecnica, perché se si sottovaluta l’avversario si rischia di entrare in un tunnel pericoloso. Io credo che sia necessario avere estremo rispetto degli avversari, come abbiamo sempre dimostrato finora, ma soprattutto rispetto di noi stesse”.

Come già detto la VBC è attesa da un trittico di gare molto duro, ma allo stesso tempo interessante. Il coach preferisce però guardare gara per gara: “Sappiamo che in queste tre gare ce ne sono due più importanti per noi tutte lo sono ma queste due in particolare, che sono appunto quella con il Club Italia e quella in casa a Santo Stefano con Busto. Verrà poi Novara che finora è stata quasi perfetta, ma ha lasciato un punto per strada proprio con il Club Italia. Io preferisco guardare giornata dopo giornata e vorrei che lo facessero anche le ragazze altrimenti si rischia di essere deconcentrati nella gara che si va ad affrontare”.

Tutte disponibili le tredici giocatrici in roster per il coach di Ancona. Tra le giovani azzurre nessuna ha vestito ancora la maglia rosa, mentre tra le ragazze di Casalmaggiore Arrighetti, Pincerato e Spirito hanno indossato la divisa del Club Italia.

© Riproduzione riservata
Commenti