Un commento

Le difficoltà in attacco
costano care: la Vanoli
si arrende a Venezia (78-67)

UMANA REYER VENEZIA-VANOLI CREMONA 78-67

(Parziali 20-15, 33-34, 55-47’

UMANA REYER VENEZIA: Haynes 8, Stone 11, Bramos 12, Tonut 14, Daye 9, De Nicolao, Washington 6, Biligha, Giuri,  Mazzola, Cerella, Watt 18 . All. De Raffaele.

VANOLI CREMONA: Saunders 7, Baggi ne, Gazzotti 4, Diener 8, Ricci 15, Ruzzier 1, Demps 11, Mathiang 9, Stojanovic 12, Aldridge. All. Sacchetti.

L’Umana Reyer Venezia per mantenere saldi i rapporti con i propri calorosi tifosi non poteva permettersi il terzo stop consecutivo in campionato. E’ stata questa la motivazione che ha accompagnato gli orogranata nel match odierno contro la Vanoli Cremona che si è dovuta inchinare 78-67 . Del resto Venezia già alla vigilia del campionato era considerata ‘l’anti-Olimpia Milano’ per la forza del proprio roster impegnato anche in Champions League. Per i cremonesi è stata la peggior partita in attacco da inizio campionato come testimoniano gli zero punti di Aldridge.

I padroni di casa cercano di imporre subito la loro forza prendendo in mano la conduzione del match e guadagnando sette punti di distacco al 4’ (11-4): gli ospiti, però, non accettano e si rimettono in scia due minuti dopo con Demps. E’ molto importante l’impatto nel secondo periodo per il sodalizio di coach Sacchetti che rimonta, mette in chiara difficoltà unadifesa dell’Umana che concede canestri da dentro e fuori area: centri che permetto ai biancoazzurri di portarsi sul 22-30 al 14’. A loro volta Diener e compagni chiudono varchi e spazi in retroguardia che fermano i veneziani. Coach De Raffaele chiede ai suoi di cercare maggiormente in attacco il lungo Watt poco disturbato e che può agire approfittando del fatto che Mathiang sieda in panchina. E’ Tonut a prendere per mano i suoi ed a trascinarli al recupero anche con una mortifera Tripla per il 33-34 del lungo intervallo. Il dato parziale inusuale per la Vanoli è il 3 su 14 da tre punti.

Le due contendenti si alternano alla conduzione sino al 25’. Mathiang da sotto canestro è l’autore di un parziale di 6-0 per Cremona : 41-44 al 25’. La coppia Tonut e Stone brilla da tre punti e Venezia e con un parziale di 5-0 sembra trovare il giusto trend che nemmeno il pronto time-out chiesto da coach Sacchetti riesce a fermare. 52-47 al 30’. Cinque punti di fila di Bramos e 60-50 per l’Umana Reyer al 32’. Cremona sbaglia molto in attacco soprattutto da tre punti (7 su 30) e Venezia con azioni offensive ‘sincronizzate’ e di alta fattura si porta sul 69-54 al 35’. Praticamente la partita è incanalata sui binari giusti per i padroni di casa che non permettono più agli avversari occasioni di rimonta. Domenica prossima, 13 gennaio, la Vanoli Cremona concluderà il girone d’andata al palaRadi alle 19.05 contro Reggio Emilia.

Marco Ravara

© Riproduzione riservata
Commenti
  • MENCIA

    e’ che Reggio Emilia e’ in forma e’ il momento meno indicato per affrontarla, vediamo di stringere i denti