Commenta

Dice di vendere enciclopedie
ma è un topo d'appartamento
Anziana lo sorprende in casa

Si è finto venditore di enciclopedie, ma in realtà il suo obiettivo era quello di verificare la presenza o meno dei proprietari all’interno delle case per poi entrare a rubare. E’ successo oggi in pieno giorno in un’abitazione di Pieve d’Olmi, ma non tutto è andato come sperato. Il ladro, riuscito ad entrare in casa, si è trovato improvvisamente faccia a faccia con la proprietaria, una donna di 80 anni, che appena l’ha visto si è messa ad urlare, facendolo fuggire con un bottino di 80 euro. Se non fosse stato scoperto, il malvivente avrebbe avuto il tempo di portarsi via molto di più. Per fortuna per l’anziana nessuna conseguenza, se non un grande spavento. Tutto è accaduto poco dopo le 10 di questa mattina. La vittima del furto si trovava nella casa adiacente dove vive la nipote. Ad un certo punto al videocitofono ha suonato un uomo che si è presentato come venditore di enciclopedie. Si è ben guardato, però, dal farsi riprendere dal video. L’anziana è uscita a vedere e poi è rientrata in casa della nipote. Dopo dieci minuti era davanti alla porta della sua abitazione. L’ingresso era scardinato e all’interno era tutto a soqquadro: vestiti e cassetti gettati per terra. Il ladro era ancora in casa. Quando i due si sono trovati faccia a faccia, l’anziana ha urlato e l’uomo è fuggito a gambe levate. Aveva però fatto in tempo ad arraffare 80 euro trovati nel portafoglio all’interno della borsetta appoggiata in camera da letto. Sul posto sono arrivati i carabinieri che hanno effettuato un primo sopralluogo e sentito il racconto della vittima del furto. Secondo la donna, il ladro, italiano, vestito completamente di nero, sarebbe lo stesso che poco prima aveva suonato al videocitofono della nipote con la scusa di vendere un’enciclopedia. Le indagini per identificarlo sono in corso.

Sara Pizzorni

© Riproduzione riservata
Commenti