Commenta

Sgarbi a Cremona:
'Una bella città ricca
di segreti da scoprire'

“Cremona è una bella città, ricca di segreti da scoprire, e soprattutto ospita uno dei più bei dipinti del mondo, la Tavola di Sant’Agata, senza contare i dipinti del Genovesino e quel capolavoro che è San Sigismondo”: lo ha detto Vittorio Sgarbi, ospite agli studi di Cremona1 per la trasmissione Punto e a capo, condotta da Giovanni Palisto (che andrà in onda venerdì 11 gennaio alle 19.30).

Il celebre critico d’arte ha parlato naturalmente della mostra Il Regime dell’Arte, che resterà aperta in Pinacoteca fino al 24 febbraio. Un’esposizione controversa, che tuttavia a Cremona ha trovato terreno fertile: “Cremona è la prima città a ospitare una mostra sul fascismo senza averne paura” ha detto ancora Sgarbi. “E così deve essere, perché il fascismo non c’è più ed è giusto parlare dell’arte che lo ha contraddistinto come di qualsiasi altra epoca storica. In molte città hanno avuto paura di parlarne. Qui invece, nonostante vi sia un’amministrazione di centrosinistra, ho trovato persone di grande equilibrio nel sindaco Gianluca Galimberti e  in Rodolfo Bona (che insieme Sgarbi è curatore della mostra). E così questa è la più bella mostra fatta sull’argomento negli ultimi 10 anni”.

Il critico d’arte ha parlato anche di politica, e ha presentato il suo libro, ‘Il Novecento’, uscito da poco, in cui racconta l’arte dei Maestri del secolo scorso, citando anche Pietro Gaudenzi, che fu vincitore del Premio Cremona: “Fu un artista di enorme spessore, eppure è stato dimenticato” ha detto.

LaBos

© Riproduzione riservata
Commenti