Un commento

Dal direttivo provinciale
Lega il via libera
a candidatura Zagni

AGGIORNAMENTO – Il direttivo provinciale, riunitosi nella serata di lunedi 14 gennaio, ha preso atto positivamente della candidatura a sindaco di Alessandro Zagni, proposta dalla sezione cittadina. L’idea di fondo dei salviniani cremonesi è quella di un confronto con le altre forze del centrodestra e della società civile e già da subito inizierà la condivisione di idee e progetti.

“Già prenotato un sindaco leghista sia a Bergamo che a Pavia, a Cremona forse, pur confermando l’alleanza di centrodestra”. Questa la dichiarazione di Matteo Salvini rilasciata a ‘Il Giornale’. Il direttivo cittadino ha già espresso il nome del candidato: quello di Alessandro Zagni, la cui candidatura però dovrà passare dal direttivo provinciale convocato per stasera alle 21 nella sede di via Araldi Erizzo presieduta da Fabio Grassani.

All’ordine del giorno, oltre a questa candidatura si parlerà di tutti i 90 comuni che andranno al voto. Il nome di Alessandro Zagni, nonostante lo stesso segretario cittadino Pietro Burgazzi abbia invitato alla cautela, ha provocato qualche malumore e qualche spaccatura in questi giorni con frasi postate dai leghisti su facebook. Bruno del Grande ha dichiarato che contrariamente a quanto uscito ufficialmente, Zagni non è stato indicato all’unanimità, visto che lui non era d’accordo.

E poi c’è il caso Alessandro Carpani, che nonostante non abbia mai dichiarato nulla in merito alla candidatura di Zagni, ha invece indicato come la Lega avrebbe dovuto muoversi, prima con i programmi, poi con gli alleati e infine con il nome del candidato sindaco. Per lui c’è da aspettarsi un provvedimento disciplinare come per Del Grande. Ma si sa che in politica le beghe sono all’ordine del giorno. C’è di bello che da parte dei leghisti c’è solo la sensazione di potercela fare ad espugnare una delle ultime grandi roccaforti rosse sul territorio e dunque di battere Gianluca Galimberti dopo la breve parentesi di Oreste Perri. Ma prima di lanciare il guanto di sfida contro l’attuale primo cittadino, il centrodestra deve mettersi d’accordo sul candidato e abbattere tutti i suoi dubbi, o meglio, le spaccature interne. Comunque il primo passaggio sarà quello di stasera con la convocazione della segreteria provinciale, poi gli incontri con il centrodestra e non ultimo, il passaggio più importante, la candidatura andrà presentata a Matteo Salvini.

Silvia Galli

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Mattia

    Speriamo che i Cremonesi aprano gli occhi..