Cronaca
Commenta24

C.Garibaldi-Chinatown: 4 vetrine per riparatori cellulari di fronte a casa di Stradivari

Lunedì mattina sono state presentate le iniziative per rianimare Corso Garibaldi dopo la riqualificazione ma la via sta diventando sempre più con gli occhi a mandorla. Addirittura qualche negoziante italiano della zona l’ha già ribattezzato “la Chinatown di Cremona”. Questo perché è attesa a giorni l’apertura, nelle quattro vetrine dove c’era una volta il negozio Primigi e Igi&Co, quasi all’angolo con via Villa Glori, di un negozio gestito da cinesi di riparazioni di cellulari, computer, navigatori e piccoli elettrodomestici. Si tratta di uno spostamento in realtà: dal numero civico 72 di Corso Garibaldi, il negozio “Cocco” si sposta al numero 70 però con quattro vetrine. Insomma un ampliamento importante considerando che proprio di fronte c’è già un altro negozio cinese di vendita di cover di cellulari e che, poco prima dell’angolo con via Milazzo, è presente un terzo negozio con titolari da occhio a mandorla. Senza contare il bar di galleria Kennedy dove da tempo è subentrata una gestione cinese, e un centro estetico a metà del tratto pedonale. Inoltre, lungo tutta la parte del corso tra piazza Sant’Agata e Porta Milano ci sono due negozi cinesi di oggettistica.

L’aumento delle attività ‘made in China’ va di pari passo con l’aumento dei residenti cinesi in città: erano 512 nel 2017 (dati dell’ultimo Annuario statistico) raddoppiati rispetto al 2007 e quasi equamente suddivisi tra uomini e donne; attualmente rappresentano il 4,7% degli stranieri.

© Riproduzione riservata
Commenti