Commenta

Allarme truffe porta
a porta: segnalazioni
da Anffas e a Spinadesco

Torna l’allerta per le truffe porta a porta. Sembra infatti che alcuni falsi addetti di Anffas Cremona stiano girando le abitazioni alla ricerca di donazioni. Una pratica che l’associazione nega con forza di utilizzare. “Dichiariamo categoricamente di non aver incaricato nessuno ad agire per nostro conto” spiega l’associazione. “Non raccogliamo fondi con queste modalità. La nota arriva in seguito alle segnalazioni pervenute da parte di alcuni cittadini. “Negli ultimi giorni diverse persone ci hanno segnalato delle telefonate e delle citofonate di persone chiedendo dei soldi, che dicono di appartenere alla nostra associazione” specifica Anffas. “Eventuali richieste di questo tipo vanno tempestivamente segnalate alle forze dell’ordine”.

Come se non bastasse nei giorni scorsi altri tentativi di truffa sono stati fatti a Spinadesco. In questo caso dei cittadini hanno segnalato al Comune la presenza in paese di un veicolo su cui viaggiavano due persone che suonavano ai citofoni dicendo di avere importanti comunicazioni da fare ai residenti. A questo proposito, il sindaco Roberto Lazzari ha diramato sui social un vademecum per il cittadino affinché presti la massima attenzione alle truffe.

Il furgone segnalato dai residenti al Comune a Spinadesco (foto Sessa)

© Riproduzione riservata
Commenti