13 Commenti

Rapina al Penny Market
di settembre, individuati
e denunciati i due autori

Sono stati individuati e denunciati per rapina impropria in concorso dai Carabinieri agli ordini del maggiore Rocco Papaleo i due rapinatori – un uomo e una donna – del Penny Market. I due, S.M.C. del 1969 e D.M. del 1976, entrambi nati a Milano e residenti a Sospiro, sono stati rintracciati nel corso di un posto di controllo presso lo stadio Zini al termine degli accertamenti ed individuati quali autori della rapina presso il supermercato ‘Penny Market’ commessa il 17 settembre scorso, quando alle ore 13.00 circa, in via Opicifi civico 1 si davano alla fuga dopo che si erano opposti ad un addetto alla sicurezza che li aveva sorpresi a rubare. In particolare l’addetto li aveva bloccati dopo che gli stessi avevano oltrepassato le casse senza pagare la merce precedentemente prelevata dagli scaffali e nascostaall’interno di una borsa. Al fine di guadagnarsi la fuga, l’addetto era stato minacciato ed in particolare l’uomo, alzando la maglietta, mostrava un coltello a serramanico che nascondeva all’altezza della cintura dei pantaloni. I due erano riusciti a dileguarsi a bordo di un’autovettura di cui non si conosceva la targa. I militari nel corso del posto di controllo notando lo stesso modello di auto, con a bordo appunto un uomo ed una donna, li hanno fermati e hanno provveduto alle operazioni di riconoscimento anche attraverso i sistemi di videosorveglianza acquisiti all’epoca dell’episodio che appunto hanno permesso di riconoscerli ed identificarli, permettendo il loro deferimento. Nel corso della perquisizione, i due sono stati sorpresi a detenere una dose di cocaina per cui sono stati anche segnalati alla locale Prefettura quali assuntori di sostanze stupefacenti

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Elio

    Se ho capito bene solo denunciati e segnalati? Niente galera?

    • Carlob

      Era l’unica fonte di sostentamento . W i magistrati di sinistra

  • Mirko

    In altri paesi normali c era la galera, ma noi abbiamo la depenalizzazione dei reati

    • Gianluca Boldrini

      be’ ci sono persone che rubano 49 milioni di euro agli italiani e sono libere e fanno anche politica e dicono di farlo per gli italiani (che vengono prima), vogliamo far marcire in galera chi ha rubato 50 euro di merce ed è italiano?

      • maumamaro

        Ritenta. Sarai più fortunato.

        • Gianluca Boldrini

          Lo sono già

      • Elio

        Sia chi ruba 49 milioni che 50 euro anddrebbero in galera,e’ contro la legge rubare. Ruberebbero a lei 50 euro e vedere i ladri impuniti passeggiare affianco a lei ne sarebbe felice?

        • Gianluca Boldrini

          No, infatti sono anche io d’accordo che chi ruba sia un ladro e dovrebbe essere arrestato e scontare la sua pena. Dovrebbero esserlo a maggior ragione chi oggi parla di legalità e poi evade, o paga in nero, o ruba soldi agli italiani riempiendosi la bocca di retorica ed andando in giro con divise delle forze dell’ordine.

          • Elio

            Ha ragione. Se conosce qualcuno che ruba andando in giro con divise delle forze dell’ordine e’ suo dovere da cittadino segnalarlo con nome e cognome prendendosi eventuali meriti e responsabilità. Attendo la sua segnalazione

          • Gianluca Boldrini

            Matteo Salvini

          • Elio

            Se ne ha le prove e si assume la responsabilità della sua affermazione la ringrazio per la notizia,ci staro’ attento caso mai lo vedessi nella mia zona con fare losco.

          • Gianluca Boldrini

            Si, stia attento Elio perchè dicono abbia l’abitudine di arrivare da dietro….

      • Mattia

        Ci sono anche gli juventini che dicono dimavere 344333 scudetti sul campo….