Commenta

Tribunale: orario ridotto
cancellerie, no degli avvocati
Assemblea il 22 febbraio

“Le cancellerie penali e civili devono essere riaperte”. Lo chiedono a gran voce gli aderenti alla Camera Penale che dallo scorso 5 febbraio sono in stato di agitazione contro il provvedimento adottato dalla presidente del tribunale Anna di Martino sulla riduzione dell’orario delle cancellerie, aperte solo un’ora a causa della carenza del personale amministrativo. Ieri, intanto, c’è stato un incontro tra la presidente di Martino e i rappresentanti della Camera Penale di Cremona e Crema con il loro presidente Alessio Romanelli. Tre ore di incontro in cui si è discusso, facendo proposte e cercando di arrivare ad una soluzione, in attesa, si spera, dell’arrivo da Roma di nuovo personale. Di passi indietro da parte dell’ufficio della presidenza, però, per ora non ce ne sono stati. L’orario delle cancellerie rimane dalle 11 alle 12. Ma i penalisti non vogliono mollare la presa. Per il 22 febbraio è stata organizzata un’assemblea della Camera Penale a cui tra gli altri parteciperà anche Emilio Gueli, presidente della Camera Penale della Lombardia Orientale. L’avvocato Romanelli esporrà la sua relazione, dopodichè l’assemblea prenderà delle decisioni, tra cui non si esclude l’astensione dalle udienze.

Sara Pizzorni

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti