Commenta

Coppa Italia: Vanoli,
è ancora semifinale!
Varese ko 82-73

VANOLI CREMONA – OPENJOBMETIS VARESE 82-73 (19-15, 44-40, 60-52)

VANOLI CREMONA: Saunders  20, Feraboli n.e, Gazzotti n.e., Diener 7   Ricci 2,  Ruzzier 7, Mathiang 5, Crawford  22, Aldridge 11, Stojanovic 8.   All. Sacchetti

OPENJOBMETIS VARESE: Archie 2, Avramovic 15,  Gatto ne, Iannuzzi 5,  Natali 2, Salumu 8, Scrubb 15, Verri ne, Tambone 4, Cain 8, Ferrero 11,  Moore 3. All. Caja.

Finalmente la Vanoli Cremona ha vinto un derby lombardo in questa stagione agonistica 2018-2019. L’ha fatto in Coppa Italia, competizione adorata da coach Sacchetti e dai suoi giocatori. Ha battuto a Firenze nella gara inaugurale delle final-eight l’OpenJobMetis Varese 82-73. I cremonesi hanno mostrato la giusta lucidità nei momenti chiave del match e soprattutto nella gestione del gioco. Inizio a tutto gas della disputa. La Vanoli si presenta con due “bombe” (6-0) e Varese in replica commette vari errori al tiro. Al 5’ un’altra tripla di Aldridge 13-4 . Grazie a capitan Ferrero i biancorossi rientrano in scia sul 19-13 al 8’. Cremona opta di andare al tiro rapido e lo fa da buone posizioni ma fallisce i tiri da tre punti. 19-15 al 10’. Il team di coach Caja mostra forte intensità difensiva con la “zona 2-3” mentre i cremonesi eseguono efficaci pick & roll nella loro metà campo. Si inceppa l’attacco dei biancoazzurri che subiscono un parziale di 11-0, 24-26 al 15’ . Crawford non ci sta ed infila quattro “triple”. l’OpenjobMetis sviluppa azioni in contropiede 44-40 all’intervallo. Riparte bene Cremona dopo il riposo portandosi 48-40 e coach Caja schiera tutti e tre i “piccoli”  ontemporaneamente sul parquet. La partita è contraddistinta da una fase di parecchi errori sia al tiro che di impostazione degli attacchi 48-44 al 25’. Varese è confusionaria in avanti e perde palloni. Saunders in evidenza 53-44 al 26’ ma Varese reagisce e 55-50. Crawford e soci non si fanno intimorire chiudendo la frazione 60-52 al 30’. Travis Diener detta la sua legge, mette a ritmo tutti i suoi compagni e dà lezione di basket con un match perfetto in regia. Ne giova il quintetto che allunga 65-54. I varesini hanno energia, corrono ma i cremonesi sono concreti e tornano a più 11 punti di distacco. “Triple” determinanti siglate da Aldridge Crawford e Ruzzier con un ottimo Saunders 76-63 al 38’ e praticamente fine della disputa. La Vanoli Cremona ha in pratica tolto i “punti fermi” dell’OpenJobMetis ovvero i suoi uomini chiave soprattutto Moore e Cain e limitando Avramovic.

Sabato prossimo alle 18, ancora al Pala Nelson Mandela, il sodalizio del presidente Aldo Vanoli (rimasto a Soncino causa febbre) disputerà la semifinale contro la vincente tra Milano e Bologna.

MVP – 20 punti con 7/9 da due 1/2 da tre e 3/3 ai liberi oltre a 7 rimbalzi, 2 palle recuperate e 2 assist per 28 di valutazione finale. Wes Saunders si conferma ancora una volta il migliore della Vanoli e l’uomo in più in ogni parte del campo e in ogni fase di gioco.

I PROTAGONISTI – Per la Vanoli Crawford ne mette 22 (20 nel primo tempo, 12 con 4/4 da tre negli ultimi tre minuti del secondo quarto). Mathiang chiude con 5 punti e 11 rimbalzi, Aldridge ne mette 11 con 3/7 da tre, Stojanovic 8 e Ruzzier e Diener 7 a testa, con quest’ultimo che fa girare l’attacco cremonese con 9 assist. Per Varese ci sono i 15 punti con 9 rimbalzi di Scrubb, gli altrettanti con 4 recuperi di Avramovic e la positiva prestazione di Ferrero con 11 punti.

IL DATO – Cremona gioca di squadra (22 assist) e apre bene il campo in attacco con buone soluzioni da oltre l’arco dove tira con il 32% (11/34), sfruttando poi altrettanto bene le possibilità che ne derivano nel gioco interno (53% 17/32). La buona solidità difensiva dei biancoblu sporca le percentuali di Varese che si ferma al 48% da due (22/46) e al 23% da tre (6/26).

IL MOMENTO CHIAVE – Cremona controlla la partita sin dalla palla a due con Varese che mette il naso avanti in una sola occasione. La Vanoli vince tutti i quattro periodi di gioco, incrementando pian piano il suo vantaggio. Il terzo quarto regala certezze ai biancoblu nella propria metà campo permettendo loro di entrare negli ultimi dieci minuti di partita con un vantaggio mantenuto sino al termine.

Marco Ravara

© Riproduzione riservata
Commenti