3 Commenti

Via Goito, avanti coi lavori
preliminari: impianto elettrico,
nuovi tavoli e sedute

Nell’ambito del progetto di riqualificazione di via Goito, il Comune ha affidato ad una ditta esterna (la cremonese ABF srl), la predisposizione  dell’impianto elettrico per consentire l’utilizzo dello spazio pubblico che si è venuto a creare con la pulizia dell’ultradecennale cantiere dell’ex Supercinema. In particolare, si tratta di realizzare il quadro elettrico generale, le prese di ‘spillamento’, gli apparati per la videosorveglianza e i cablaggi per le panchine multifunzione. La spesa approvata  per questa serie di interventi è di 4.531 euro. Passi avanti anche per quanto riguarda gli arredi: arriveranno presto due tavoli serigrafati e 10 sedute la cui linea estetica è assimilabile a quella prevista nel regolamento comunale sulla qualità urbana. 6.191 euro la spesa prevista.

In attesa di elaborare il progetto definitivo, il Comune sta quindi attrezzandosi per rendere fruibile questa nuova zona del centro storico liberata dalle macerie. Tra gli aspetti ancora definire, c’è il murales sulla parete dell’edificio di galleria Kennedy: il bozzetto, opera di una fumettista del Centro Andrea Pazienza, sarebbe già stato scelto dall’amministrazione. Nel frattempo, sono state provvisoriamente sistemate nello spiazzo alcune fioriere e le panchine.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Punti di Vista

    “Due tavoli serigrafati e 10 sedute per Euro 6.191!!! ed è solo l’inizio… area pic nic?
    Con la metà dei soldi si poteva attrezzare lo spazio con giochi e castelli di legno per bimbi e lo spazio di via Goito sarebbe stato, forse, più utile e più attrattivo, più vivo e meno triste di quel che è… e forse maggiormente frequentato dalle famiglie…
    Io non so a chi si pensi per “ripopolare” il Centro in momenti diversi dalle grandi fiere di corso Garibaldi/corso Campi. Avete mai sentito il commento dei turisti quando arrivano con le famiglie a Cremona? E quando vedono l’unico spazio attrezzato di piazza Roma dicono: “Ma è tutto qui ciò che offre la città per i bimbi?”. Basta una sola esperienza domenicale per capirne la portata pubblicitaria negativa che ogni turista con famiglia riporta ad amici e parenti. Cremona: “bella città storica ma…”
    Se si vogliono portare più turisti a Cremona (nel centro) forse è il caso di ripensare a molte cose che la città attualmente non offre e che non la rende attrattiva per quella fascia di turismo familiare che attualmente preferisce animare altre città rendendole più allegre ed economicamente più vivaci.

  • Jo Pesce

    Mancano le tende i servizi igienici il posto per accendere il fuoco ed il cerchio per fare il voodoo.dimenticavo una pianta per infilzare le siringhe

  • Mario Rossi SV

    Anche con due tavoli e tre luci rimane una schifezza degna dei nostri amministratori.