Commenta

Alessandro, tra Sospiro,
studio e un premio nazionale
alla Camera dei Deputati

Alessandro alla sua laurea insieme alla nonna

E’ l’unico cremonese su un centinaio di giovani provenienti da tutta Italia ad essere stato premiato durante la cerimonia che si è tenuta il 28 gennaio scorso alla Camera dei Deputati alla presenza dei vertici della Fondazione ‘Master Global Marketing Comunicazione & Made in Italy’, di qualificati esponenti del mondo delle imprese, di giornalisti e parlamentari. Lui è Alessandro Ginelli, classe 1996, nato a Cremona ma residente a Sospiro. Ad Alessandro e a tutti gli altri giovani laureati meritevoli è stata consegnata una pergamena di merito e rilasciato un attestato di professionista accreditato presso la Fondazione Italia Usa. Il giovane cremonese, però, non si sente una persona speciale, ma un ragazzo normale, che oltre allo studio ama giocare a calcio, ama il cinema, le serie tv e la musica.

Che emozioni hai provato quando ti hanno scelto e premiato?

“Sicuramente tanta soddisfazione per il lavoro svolto e che mi ha portato fino a questo bel traguardo. Sono uno che crede molto nella cultura del lavoro e nell’affrontare i propri obiettivi passo dopo passo”.

Il curriculum di Alessandro è presto detto: si è diplomato al liceo scientifico Aselli di Cremona e poi laureato con 110 e lode in Comunicazione, media e pubblicità presso l’università IULM di Milano. Grazie a questi ottimi risultati, la Fondazione Italia Usa gli ha offerto la possibilità di iscriversi gratuitamente ad un master in Marketing, comunicazione e Made in Italy. E poi è arrivata la premiazione alla Camera dei Deputati.

Alessandro, quante ore studi al giorno?

“Diciamo che sono un pò un caso atipico, ho una memoria fotografica che mi aiuta parecchio ad affrontare esami e compiti”.

Attualmente il giovane cremonese sta frequentando il Master in Marketing e comunicazione dello sport, sempre alla IULM. A Milano, Alessandro ci vive da due anni, “ma tutti i week end”, come ha tenuto a sottolineare lui stesso, “torno a casa”. A casa ci sono i suoi genitori, i suoi amici e la sua ragazza, conosciuta proprio in università e che ora studia a Bologna. Anche lei è stata premiata. E poi c’è la grande passione di Alessandro: il calcio, che pratica giocando come centrocampista centrale per il Gs Pescarolo in seconda categoria.

Il futuro cosa ti riserva?

“Il mio sogno, viste le mie scelte di studio, è quello di diventare un player importante nel mondo sportivo, sia che questo avvenga per la parte giornalistica, che per la parte più manageriale”.

E cioè?

“Non ho ancora le idee ben chiare sul ruolo che vorrei ricoprire, ma so per certo che vorrei lavorare nel mondo dello sport, la mia più grande passione in assoluto”.

Ti piacerebbe studiare all’estero?

“Lavorare all’estero è una cosa che non escludo a priori, ma diciamo che se dovessi decidere ora, sceglierei di stare in Italia, mi piacerebbe dare un contributo al mio Paese”.

Sara Pizzorni

© Riproduzione riservata
Commenti