Commenta

Domenica 10 marzo
torna la Corsa Rosa:
circa mille adesioni

Foto Sessa

Presentata in Provincia la 10ª edizione della Corsa Rosa 2019, corsa podistica non competitiva delle Donne aperta a tutti, per la prevenzione oncologica, che si svolgerà domenica 10 marzo. Al centro il benessere della persona, in un’iniziativa che vede coinvolti circa 1000 partecipanti, in un crescendo di adesione anno per anno.

Presenti Carmela Fazzi, Consigliera provinciale di Parità, Rinalda Bellotti, la Dirigente del Settore Risorse Umane della Provincia di Cremona, Laura Rubagotti (Ats della Val Padana – Dirigente Uosd Promozione della Salute e Sviluppo delle Reti), Luca Zanacchi, presidente Uisp Cremona, Teresina Panzini del Gruppo Podisti ed Escursionisti Dlf Cremona, Claudio Ardigò, consigliere Triathlon-Duathlon Cremona, Annalisa Galeotti di Marathon Cremona, Giuseppe Marca, presidente di Correre per Cremona, Sara Tosini della 3 C Cremona, Cristina Comellini, presidente dell’Associazione Tecum e Cavalieri Vittorio, vice presidente Avis Comunale Cremona. Testimonial di eccezione, la campionessa nuotatrice cremonese, pluripremiata e detentrice di diversi record mondiali, Maria Bresciani.

“La Corsa Rosa è un’iniziativa molto sentita e che coinvolge non solo molte associazioni sportive e del volontariato del territorio, ma anche molti partecipanti, a riprova che informazione, corretti stili e movimento sono alla base del nostro benessere” ha precisato la Consigliera provinciale di Parità Carmela Fazzi. “La Provincia ha aderito con ben 108 dipendenti, a riprova dell’interesse e della sensibilizzazione che si può fare direttamente da persona a persona, coinvolgendo anche familiari ed amici. Come Consigliera provinciale di Parità, oltre a patrocinare ed erogare un contributo alla Corsa, ho chiesto a Maria Bresciani, che ha accettato, di fare da testimonial, a riprova che sport, corretti stili di vita, determinazione ed impegno portano a traguardi inaspettati nella vita come nell’agonismo”.

Sono intervenuti poi Luca Zanacchi, Presidente Uisp Cremona che ha presentato il percorso, uguale a quello dello scorso anno, suddivisi in due anelli lungo il Po, rispettivamente di 5, 5 km e di 11 km, con partenza dalla Canottieri Dopolavoro Ferroviario (ore 8 partenze libere, ore 9 partenza ufficiale per tutti. Alle ore 12 al termine vi sarà un rinfresco presso la stessa Canottieri Dlf): “Ringrazio tutte le Associazioni che hanno aderito ed Ats Val Padana per l’attenzione e condivisione dello spirito e degli obiettivi di questa manifestazione ludico-sportiva che vuole fare aggregazione, informazione, pratica di corretti stili di vita e veicolare messaggi di benessere a tutta la comunità locale oltre a sostenere l’Associazione Tecum per la prevenzione oncologica”.

Nel portare i saluti del direttore generale Mannino, Laura Rubagotti ha precisato come Ats (che sarà presente alla Corsa Rosa anche con un proprio stand) abbia “rivisto il proprio importante ruolo con attività ed iniziative di informazione e prevenzione anche fuori dai laboratori e strutture, promuovendo la salute nei diversi setting (scuole, luoghi di lavoro, etc.) per contrastare l’insorgere di patologie ed adottare corretti stili di vita oltre alla prevenzione con screening”. A tal riguardo, la prevenzione e diagnosi precoce di tumori per mezzo di campagne di screening oncologico ha rappresentato, anche per il 2018 una delle attività del Dipartimento rivolta alla popolazione della Ats Val Padana, intercettando 67 mila cittadini utenti. Nello specifico con lo screening sono stati individuati ben 120 casi di tumore della mammella, nell’80% dei casi ai primi stadi; sono stati riscontrati poi 250 casi di patologia della cervice uterina, in oltre il 90% curabili con trattamento clinico.

E’ intervenuta poi Cristina Comellini, che ha rimarcato come nel tempo questa realtà sia “cresciuta anche in termini di adesione e progetti rivolti alla popolazione, tra cui la diffusione del Nordic Walking ed attività di prevenzione ed informazione sul versante oncologico, tra cui lo sportello informativo e le conferenze mensili sul benessere, salute e medicina oltre a corsi ed attività ludico-sportivi, compresi i “gruppi di cammino” ed offrendo convenzioni e scontistiche presso molte realtà del territorio”.

“E’ una delle poche manifestazioni con così tante associazioni aderenti” commenta Ardigò. “La decima edizione non è quindi un traguardo, ma un punto di partenza per coinvolgere sempre più realtà su un tema così importante come benessere, salute, e corretti stili di vita, facendo al contempo informazione”. Di ugual tenore le parole di Annalisa Galeotti del Marathon Cremona “correre per la salute è già un ottimo risultato”, mentre Vittorio Cavalieri dell’Avis ha rimarcato come “la promozione del dono del sangue, che a livello locale coinvolge 5.400 donatori, di cui il 35 donne, sia un importante risultato che ben si coniuga con lo spirito di questa bella iniziativa”.

Infine è intervenuta la testimonial, Maria Bresciani (ha partecipato alla Maratona di NY del 2018 percorrendo 42 Km in 7 ore 7 minuti) che ha evidenziato l’importanza dello sport quale elemento aggregatore e che permette a tutti di superare le proprie difficoltà ed assurgere a sempre più inaspettati traguardi.

© Riproduzione riservata
Commenti