Cronaca
Commenta1

Il calvario per prenotare una vaccinazione: 'Al telefono non risponde mai nessuno'

Pioggia di lamentele sulle modalità di prenotazione delle vaccinazioni presso la sede di via Belgiardino (fino al 2016 servizio gestito dall’Asl ora Ats; da gennaio 2017 passato all’azienda ospedaliera). Vaccinazioni pediatriche o per adulti, obbligatorie o facoltative, sono decine i cremonesi che in queste ore stanno lasciando le loro testimonianze – che vanno dal disperato all’indignato – sulla pagina Facebook di ‘Non sei cremonese se …’ con descrizioni dettagliate. Il problema principale, verificabile attraverso una semplice telefonata, è la prenotazione telefonica, che va effettuata al numero 497507 tra le 9 e le 10,45, dal lunedì al venerdì: si telefona ma non arriva nessuno a rispondere. “Ho provato anch’io più volte nella fascia oraria stabilita e per vari giorni”, scrive ad esempio una signora. “Sempre occupato. Allo scadere dell’orario scatta la segreteria. Sono andata un mercoledì a vedere di persona ed ho fissato l’appuntamento. Ma se ci fosse un contrattempo e non posso recarmi in sede come faccio a farglielo sapere?”.

L’alternativa, risponde la voce registrata quando si chiama fuori orario, è di recarsi personalmente all’ambulatorio 8 dalle 11 alle 13, ma chiaramente non è cosa facile per chi abita fuori città o non ha orari di lavoro flessibili: “Io – scrive un’altra persona –  lavoro su turni e quindi oggi nel mio giorno di riposo sono andata… ma se facessi l’impiegata cosa faccio? Mi prendo 2 ore di permesso per un appuntamento che in 2 minuti si può fare?”

La persona che con il suo primo post ha scatenato il dibattito ha poi spiegato come è andata: “Sono andata per il cambio d’orario perché lavoro e alle 10 mi spacca la mattina … risposta: ‘non posso spostarle l’ora, venga presto e speriamo che la facciano passare’. Per cui andrò là alle 8 sperando di anticipare un po’… ma penso anche ai genitori che hanno l’orario prima… cmq è tutto assurdo”.

Qualcuno ha anche provato a mandare una mail, ma si è visto rispondere che le uniche modalità di prenotazione sono al telefono o di persona. Anche chi ha ricevuto a casa l’invito a presentarsi all’ambulatorio per richiami non ha avuto miglior successo: “Ho ripetutamente telefonato al numero indicato sulla lettera, ma non mi ha mai risposto nessuno”, ci ha scritto una lettrice tempo fa. “E sì che ci hanno chiamato loro …”.

Ad almeno una persona, a quanto pare è andata meglio: “Mi sento miracolata, mi hanno risposto (ore 9.20). Ho provato senza speranze in quanto anche a me i mesi scorsi non hanno mai risposto, invece stamattina sì …”. Mentre un’altra testimonianza spezza una lancia a favore del servizio e ipotizza che la gestione delle prenotazioni è obiettivamente problematica: “Ho dovuto spostare due volte il vaccino perché bimbo malato, sempre fatto telefonicamente nell’orario indicato. Ci sono stati e sono tutt’ora tanti bimbi malati …”.

© Riproduzione riservata
Commenti