2 Commenti

Guasto alle porte, il
regionale per Milano
viene cancellato

Se ieri, mercoledì 3 aprile, la giornata si era chiusa con problemi alla circolazione dei treni e i relativi disagi per i pendolari, anche stamattina la giornata si è aperta nel peggiore dei modi per chi doveva recarsi a Milano. Il treno 2650, previsto in partenza per il capoluogo regionale da Mantova alle 06.41 (e da Cremona alle 7.30), infatti, è stato cancellato a causa di un guasto al sistema delle porte del convoglio, col risultato che ad essere amaramente beffati sono ancora i pendolari.

Sulla vicenda interviene Luigi Armillotta, candidato per la lista civica Cittadini x passione (promossa dall’assessore Alessia Manfredini): “Ci risiamo. Mentre il ministro Toninelli visita entusiasta il deposito Trenitalia, dimenticando che Regione Lombardia è purtroppo DiSservita da Trenord e dalle scellerate scelte della Regione stessa, il tema della pessima manutenzione e della obsolescenza dei convogli di Trenord  continua a creare disagia studenti e pendolari!

Oggi la colpa e’ delle piogge ed al vento… scusa migliore delle famose foglie sui binari citate da Trenord stessa. Il treno soppresso, ricordano molti pendolari, ha dato numerosi problemi anche nei giorni/settimane precedenti, ma e’ evidente che nessuno ha avuto la capacita’ e la volontà di  intervenire. Io sono un Pendolare, sono un padre e marito, sono un cittadino e sono stanco di viaggiare su convogli vecchi, sporchi e con il forte dubbio che la manutenzione e la sicurezza non sia una delle priorità’ di questa Azienda  e di Regione Lombardia”.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Elio

    Di male in peggio,facciamo concorrenza ai paesi del terzo modo

    • Susi

      È rimasta incastrata la Manfredini