13 Commenti

Inaugurato il nuovo spazio
in via Goito: sarà
piazzetta Coppetti

FOTO SESSA

Lo slargo di via Goito sorto sulle ceneri del cantiere ultradecennale della mediateca si chiamerà  piazzetta Mario Coppetti, in onore dell’artista scomparso quasi un anno fa, il 26 aprile 2018, a 104 anni. “Scultore, socialista e antifascista”,  per utilizzare le tre definizioni che preferiva attribuire a se stesso. La piazza sarà luogo di aggregazione, con panchine smart, gazebo, punti ombreggiati (sono state collocate anche alcune piante), seppure un progetto di sistemazione definitivo non ci sia ancora. Gli ultimi ritocchi strutturali sono stati sul muro di fronte al palazzo di galleria Kennedy, fino a poco tempo fa sorretto da tubolari, che sono stati rimossi per sicurezza: il muro è stato rinsaldato e ospiterà un murales sul tema del cinematograf, in omaggio al Supercinema, demolito nel 2002.

foto Sessa

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Susi

    Noi vicino a Coppetti metteremo laFallaci

    • Elio

      Esatto,metterei l obbligo di studiare la Fallaci nelle scuole. Gia era stato proposto dedicarle i giardini pubblici se non erro….

      • Susi

        Perché non la galleria

  • Nicola Centofanti

    Bellissimo

  • Illuminatus

    Dedica per nulla politica.

    • Mirko

      Mi hai rubato le parole

  • antonio1956

    Nell’aprile 2016, poco meno di tre anni fa, la Commissione toponomastica motivava con questo scritto la non intitolazione di una strada ad Oriana Fallaci:
    – “La Commissione Toponomastica del Comune di Cremona costituita da consiglieri comunali di maggioranza e minoranza e membri esperti, pur riscontrando vizi di forma nella procedura di richiesta, ha deciso di discutere comunque l’istanza, giungendo alla decisione di negare l’intitolazione di una via di Cremona a Oriana Fallaci con diverse motivazioni: non sono trascorsi 10 anni dalla morte, come è previsto dall’articolo 8 del Regolamento della Commissione Toponomastica; non sono disponibili vie idonee; la Commissione ha ritenuto che l’intitolazione, per altro non ad una figura cremonese, potesse avere effetti divisivi, considerazioni che si dimostrano veritiere proprio in queste ore. In virtù di queste motivazioni la Commissione ha deciso (con un solo voto contrario tra i presenti) per la non intitolazione”. –
    Evidentemente i regolamenti possono essere scavalcati in considerazione dell’aria che tira al di fuori e dentro la Commissione. Preferisco non esprimermi sui potenziali effetti divisivi delle intitolazioni.

    • Gianluca

      A suo tempo mi ero già espresso sull’argomento ed avevo considerato che non lo volevano fare, ma senza esprimerlo chiaramente.

    • Illuminatus

      Provi a fare un salto a Castelvetro e mi dica quanti nomi di vie sono intitolate a persone che hanno diviso più che unire!

  • franz kapp

    Il Professor Coppetti meriterebbe ben altro che l’intitolazione della schifezza urbanistica rappresentata da questo spazio.

  • franz kapp

    Da qualche parte deve essere rimasta una pensilina, ne suggerirei il riutilizzo, giusto per ombreggiare un po’ lo spazio; oltretutto rappresenterebbe una sorta di continuità con le scelte urbanistiche di certe archistar nostrane.

  • Mario Rossi SV

    Una schifezza per fortuna provvisoria, come la giunta attuale.

  • Marengon

    Perché limitarsi all’intitolazione della piazzetta? Mi pare che di progetti “fallaci” questa amm.ne ne abbia fatti molti in cinque anni…
    Comunque se nell’area giochi avessero messo davvero dei “giochi” (altalene, scivoli ecc.) i bimbi sarebbero stati contenti e avrebbero potuto davvero giocare. Un’area giochi senza giochi… lascia il tempo che trova. Purtroppo solo propaganda… quando finirà la propaganda e si inizierà davvero “a fare” per la cittadinanza (progettando magari dopo aver prima ascoltato le necessità e i bisogni) sarà un bel giorno per Cremona!