Un commento

Carenza di anestesisti
in ospedale,
le risposte dell'Asst

Interviene direttamente l’ASST sul problema degli Anestesisti Rianimatori (Leggi qui: Medici anestesisti, per coprire i turni di guardia l’ospedale ricorre a una coop).

Dall’azienda, infatti, fanno sapere che la carenza è a livello nazionale e “coinvolge anche l’ASST di Cremona dove attualmente mancano 13 anestesisti rispetto ad un organico complessivo di 36 medici, fra Ospedale di Cremona e Ospedale Oglio Po”. Tuttavia, sottolineano sempre dall’ASST attraverso una nota, è stata “aggiudicata gara per la copertura dei turni attiva dal 1 giugno” e “a breve sarà bandito un concorso pubblico per cinque posti”. Nel dettaglio si sottolinea come, per affrontare il problema, nel 2018 sono stati banditi due concorsi che hanno portato all’assunzione di due medici e sono state attivate quattro procedure per contratti libero professionali.

Quest’anno, prosegue l’ASST, invece, sono stati pubblicati un avviso per la stipula di contratti libero professionali per sedute di pre-ricovero e sedute operatorie e un bando di mobilità per un posto (scadenza 2 maggio 2019). Inoltre, è stata aggiudicata la gara con una cooperativa per la copertura dei turni di Guardia medica, di Anestesia e Rianimazione che sarà attiva dal 1 giugno 2019 e sta per bandito un concorso pubblico per 5 posti (già inviato a Gazzetta Ufficiale).

Per quanto riguarda l’ospedale Oglio Po, non ci sarà alcuna variazione per le sedute di Ginecologia, Oculistica e Terapia antalgica che mantengono la cadenza ordinaria, mentre le sedute di Ortopedia e Chirurgia Generale saranno soggette ad una rimodulazione parziale e temporanea (da cinque sedute settimanali a tre sedute settimanali, a giorni alterni). Tutti gli interventi in urgenza/emergenza, rassicura l’ASST, saranno comunque garantiti.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Elio

    A una cooperativa? Che squallore