11 Commenti

Medici di base: sul
territorio cremonese
ne mancano 41

Pesa anche sul territorio cremonese la carenza di medici di famiglia, un problema che riguarda tutto il territorio nazionale. Nello specifico, in provincia di Cremona mancano 41 medici di base. Il dato, reso noto da Ats Valpadana, riguarda il fabbisogno dell’anno 2019, per il quale l’azienda ha provveduto a pubblicare altrettanti ambiti carenti. I medici titolari attualmente attivi (al 31/3/2019) sono 211, mentre altri 12 lavorano con incarico provvisorio.

Del resto sono 17 i dottori andati in pensione nel 2018, mentre altri 4 hanno interrotto la propria attività nel 2019. E sebbene non siano al momento previste altre cessazioni, i numeri preoccupano non poco, soprattutto in un territorio come il nostro in cui la popolazione anziana è decisamente folta. Il problema riguarda anche i medici ospedalieri. In ogni caso qualcosa sembra muoversi: nel Decreto Legge approvato dal Consiglio dei Ministri, sono infatti state inserite delle norme che consentono nuove assunzioni per il sistema sanitario nazionale.

“Queste disposizioni recepiscono l’accordo Stato-Regioni sottoscritto il 21 marzo scorso e consentono, finalmente, di invertire una tendenza anacronistica sul reclutamento del personale nei nostri ospedali” commenta la Regione. “Ci aspettiamo che il percorso di autonomia, avviato dalla Lombardia, renda ancora più flessibile questo dispositivo di Legge per l’arruolamento di nuovi medici e infermieri, laddove necessario, a beneficio della qualità dei servizi per i cittadini e per la riduzione delle liste d’attesa”.

Laura Bosio

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Elio

    Speriamo in bene…. La sanità oltre ad essere di primaria importanza è uno dei piu importanti indicatori di civiltà di un paese

  • Trudy

    Però applaudiamo se qualche medico va all’estero a curare gente che poi magari fa qualche casino per il mondo

    • L’Alter Ego – My 2¢ Edition

      Io appludo e applaudirò sempre.

      • Trudy

        Perché non hai il senso della patria .di te potremmo sicuramente farne a meno

        • L’Alter Ego – My 2¢ Edition

          Non ne dubito. Mi venite a prendere a casa come ai vecchi tempi?

          • Trudy

            No caro noi siamo liberali te ne devi andare con le tue gambe .vai a fare il volontario dove vuoi,che nessuno ti trattiene anzi non tornare più

          • L’Alter Ego – My 2¢ Edition

            Si, si…

  • Carlob

    I medici che hanno studiato in Italia ,visto che hanno sfruttato le strutture italiane,hanno il dovere DOVERE innanzitutto di curare gli italiani

    • L’Alter Ego – My 2¢ Edition

      Hanno il dovere di curare chiunque. Punto.

    • Elio

      Dovere e diritto di lavorare in italia. Poi un medico deve curare chiunque,italiani e non,delinquenti e non

  • Simone

    Coloro i quali hanno studiato da medico in Italia, hanno speso fior di migliaia di euro (più che altro i loro genitori) e quindi se trovano di meglio all’estero ben remunerato, meglio che vadano fuori dall’Italia. Qui ormai si fa solo la fame… E non solo per i medici