Commenta

'Patto civico' per Galimberti
si presenta: focus su cultura,
ambiente e beni comuni

La riunione dei candidati nelle liste per Galimberti qualche settimana fa a teatro Monteverdi

Ha come referente politico Angelo Garioni l’ultima in ordine di presentazione, delle liste a sostegno di Galimberti,  “Patto Civico per Cremona”. Capolista il 25enne Matteo Villa, attivista del Fai ma anche noto al popolo della pallavolo per il suo ruolo di capo tifoseria Pomì. Scorrendo i nomi, si trovano altri giovani, e poi l’attuale presidente di Linea Green Michelangelo Gaggia; e, come preannunciato, i veterani Elia Sciacca e Gabriele Beccari, ex M5S poi passati a Italia In Comune.

“La lista è in continuità con Patto Civico per Galimberti nato nel 2014, in occasione delle precedenti elezioni comunali”, spiega Garioni, da anni impegnato in azioni di sensibilizzazione e tutela verso il patrimonio monumentale, storico artistico della città. “Appoggiamo Gianluca e crediamo in lui. Nei cinque anni precedenti sono state messe delle buone basi ma nei prossimi quindici Cremona deve spiccare il volo. Vogliamo un nuovo Rinascimento.
La motivazione principale è il pensiero che Cremona debba migliorare sempre di più. Passare da una condizione di città ruminante, introversa, e per certi versi addormentata al ruolo di capoluogo di provincia dinamico dove accanto alla cura della città, puntuale sia in periferia che in centro storico, sia presente uno slancio verso un futuro per i nostri figli che deve essere radioso. Siamo ancora indietro rispetto ad altre città della Pianura Padana, anche se molto negli ultimi anni è stato fatto. Non penso che ci siano modelli da seguire, ma piuttosto, realtà da studiare per trarne degli utili suggerimenti. Per lavoro spesso mi trovo in queste città, e a malincuore, noto una voglia di futuro e cambiamento maggiori di quelli presenti a Cremona.
Cercheremo di porre l’attenzione su alcuni temi che ci interessano in modo prioritario: cultura, partecipazione, beni comuni, inquinamento e nuove povertà. Questo ultimo punto è centrale per la vita cittadina. Pochi giorni fa è stato fotografato presso il Museo del Violino, un cosiddetto senza tetto. Mi è spiaciuto molto che questa foto sia stata scattata con intento polemico. La povertà non andrebbe mai esibita come una colpa e un segno di degrado. Siamo una città ricca, ricca di uomini buoni ed onesti. E’ vero che sono le istituzioni a dover intervenire, ma mi chiedo, perché dobbiamo sempre aspettare gli altri? perché noi cittadini non possiamo agire per provare a ridare una speranza ad una persona fragile. Questa situazione si innesta sulla riflessione dei mali della nostra comunità: da ragazzino vedevo gli anziani di piazza Antonella conversare la sera seduti sulle soglie delle case. Forse tornare verso questo modello aperto e solidale di società potrebbe essere molto utile anche per noi cittadini. Meno polemiche e più impegno.

Cinque punti devono essere al centro della nostra vita nel prossimo futuro: lotta alla povertà, cultura e beni comuni da recuperare, inquinamento e ambiente, sviluppo del terzo settore come trainante dell’economia e una città che valorizza i suoi monumenti a partire da Porta Mosa e San Francesco.

Lancio anche un’idea già diffusa fra molti. Sono passati 30 anni dalla mostra dei Campi, era il 1985. E’ ora di riproporla. Una generazione intera di cremonesi non ha avuto la possibilità di vivere l’era delle grandi mostre: I Cinque sensi dell’arte, Sofonisba Anguissola, ecc. I nostri giovani meritano questa qualità, che formò la mia generazione. Pensiamo all’epoca di Federico II e Re Enzo, quanti fra i nostri cittadini hanno ben chiaro il ruolo europeo che ebbe la città di quegli anni? Cremona ha grandissimi margini di miglioramento. Molte e troppe chiese sono ancora sconosciute ai più, hanno bisogno di restauri. Penso per esempio a San Marcellino, una chiesa incredibile, restaurarla è un dovere civico”.

PATTO CIVICO

1 Villa Matteo

2 Gaggia Michelangelo
3 Sciaraffa Massimiliano
4 Volpi Giacomo
5 Genova Dario
6 Alfano Stefano Ernesto
7 Villa Massimo
8 Poli Eva
9 Frusconi Oretta
10 Conti Sara
11 Conti Andrea Micaela
12 Sabadini Giovanna
13 Bernardi Filippo
14 Bardelli Maria Cristina
15 Moretti Nadia
16 Projetto Salvatore
17 Rebecchi Alessandra Margherita
18 Pedroni Anselmo
19 Mattarozzi Greta
20 Garioni Erminio
21 Galbignani Massimo
22 Beccari Gabriele
23 Ottolini Paolo
24 Sciacca Elia Paolo

© Riproduzione riservata
Commenti