Un commento

Turismo sostenibile
Nasce il progetto
'Percorsi Accoglienti'

Confartigianato lancia un nuovo modello di turismo sostenibile, il Progetto Percorsi Accoglienti. Un’idea che mette al centro la bottega artigiana, che diventa animatrice delle bellezze dei territori italiani.
Oggi molte località ricercate dai turisti stanno perdendo di autenticità. Le botteghe lasciano il posto a negozi di souvenir stereotipati, le abitazioni lasciano il posto ai bed & breakfast e anche i ristoranti abbandonano la cucina locale per menù anonimi e standardizzati.
«Il Progetto di Confartigianato – sottolinea Massimo Rivoltini, Presidente di Confartigianato Cremona – ha lo scopo di rilanciare l’artigianato e tutto il territorio che lo contiene prima che il danno sia irreversibile, perché crediamo che la chiave del futuro del turismo sia nell’autenticità e nel benessere di tutta la comunità locale, fatta di imprese, residenti e turisti».
Percorsi accoglienti è stato studiato e realizzato con Confartigianato dal Prof. Giancarlo Dall’Ara, ideatore dell’Albergo Diffuso e Presidente dell’Associazione Alberghi Diffusi.
I ‘Percorsi accoglienti’ saranno distribuiti in tutta Italia e si snoderanno nei borghi e centri storici delle città dove le imprese artigiane saranno punti di riferimento sia per proporre i propri prodotti e servizi sia per consigliare ai visitatori le attrazioni storiche, culturali, imprenditoriali del territorio.
I primi Percorsi Accoglienti in fase di realizzazione sono a Palermo e a Cremona, ma molte altre città si aggiungeranno presto. Il progetto Percorsi Accoglienti è finanziato con il contributo 2 per mille di ANCoS Confartigianato.
«L’idea – racconta Rivoltini – è che i turisti non vogliono le cose fatte apposta per i turisti, vogliono le cose vere. Quindi, non siamo partiti dall’idea tradizionale del pacchetto turistico, tanto meno da un itinerario turistico a tappe con qualcuno che accompagna i gruppi. Abbiamo puntato, invece, sull’idea che le persone, quando si trovano in un centro storico o in un borgo del nostro Paese, hanno bisogno non solo di indicazioni turistiche ma anche di consigli, dati da chi quel territorio lo conosce veramente. Quindi, le botteghe artigiane diventano le porte del territorio».
Un Percorso Accogliente sarà quindi un nuovo modello di organizzazione e di gestione delle risorse turistiche e culturali di un territorio, nel quale hanno un ruolo fondamentale le persone e le loro competenze. «Siamo quasi pronti – conclude Rivoltini –. Entro l’estate la nostra città sarà arricchita di nuovi colori e nuova vitalità. Ad oggi molte sono le botteghe interessate; sarà sicuramente un successo. Ne vedremo delle belle…e buone!».
Chi volesse aderire al progetto Percorsi Accoglienti (completamente gratuito per le aziende) può contattare la Sede di Confartigianato Cremona – via Rosario, 5 – tel. 0372 598811.

 

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Giamburrasca19

    Oggi il centro cittadino e’ pieno di gente, i giardini pubblici sono riempiti dai ragazzi, nei negozi ci sono clienti, in Corso Campi in violinista suona brani dolcissimi…..
    Sarebbe bello che ci fossero delle postazioni fisse tutto l’anno a disposizione dei violinisti ma anche di altri musicisti…..Cremona citta’ della musica.
    Sempre che poi non ci siano le solite critiche per il troppo suono.
    E potrebbe succedere….