Commenta

CremonaJazz, martedì 14
il caos controllato del
Brad Mehldau Trio

Martedì 14 maggio alle 21 l’Auditorium Giovanni Arvedi del Museo del Violino ospita “un vero e proprio trio delle meraviglie”, come sottolineano gli organizzatori: il pianista Brad Mehldau, insieme a Larry Grenadier al contrabbasso e Jeff Ballard alla batteria, è infatti il protagonista del secondo appuntamento di CremonaJazz.

Un concerto nel quale tutto può succedere, visto che Mehldau sembra avere una doppia personalità musicale: è prima di tutto un improvvisatore, ma nutre anche una profonda attrazione per l’architettura formale della musica. Il Mehldau improvvisatore e quello formalista giocano spesso fra loro e il risultato ‘on stage’ è qualcosa di molto simile al caos controllato. L’artista si è esibito in tutto il mondo, sia da solista sia con il suo trio: ed è proprio per questa formazione che Mehldau ha scritto la maggior parte delle sue composizioni.

Il concerto è preceduto come di consueto da AperiJazz, il momento musicale all’ora dell’aperitivo che coniuga il jazz con le specialità gastronomiche di Chiave di Bacco, il ristorante del Museo del Violino: martedì 14 maggio alle 18.30 appuntamento aperto a tutti con il Gajè Gipsy Swing, formato da Elena Mirandola al violino, Alessandro De Lorenzi alla chitarra e Francesco Cervellati al contrabbasso.

© Riproduzione riservata
Commenti