29 Commenti

Schiaffi e pugni in stazione
per 300 euro e un cellulare
Denunciato per rapina

E’ stato identificato dai Carabinieri l’autore di una rapina avvenuta lo scorso 13 aprile presso la stazione ferroviaria di Cremona. Si tratta di N.S., nato in Nigeria nel 1998 e residente a Cremona. Il ragazzo aveva avvicinato ed aggredito una 20enne residente a Trapani e di passaggio in città: dopo aver spintonato e percosso con schiaffi e pugni la vittima, il rapinatore si è fatto consegnare 300 euro in contanti e un cellulare, prima di dileguarsi a piedi. La perquisizione domiciliare, successiva all’identificazione, ha permesso di ritrovare il telefono che è stato riconsegnato alla legittima proprietaria. Il 21enne è stato denunciato per rapina.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Elio

    Denunciato e libero di fare cio che vuole qua in italia? Se la prossima volta un giudice che lo ha lasciato libero fosse pestato e derubato da questo parassita schifoso si ricordi della sua decisione saggia ed indiscutibile

  • Camillo Frangipane

    Dalla concorrenza si apprende che trattasi di “21enne richiedente asilo”. Ottima risorsa, ben educata e promettente per il lavoro.

  • Mario Rossi SV

    Ora aspettiamo i commenti buonisti dei soliti sinistri a proposito di questo ennesimo crimine fatto da “richiedenti felicità “.

    • Elio

      Leggevo ora che da dati ufficiali incontestabili risulta che in percentuale gli immigrati,nostre risorse,stuprino 5 volte di piu dei porci nostrani. Grazie sinistri buonisti

      • iPlingo

        Dove l’ha letto?

        • Elio

          Consultabile nelle fonti del viminale

          • iPlingo

            Non le trovo.

          • Marco

            Strano, erano dati incontestabili… Sempre un piacere smontare le fandonie fascioleghiste.

        • Elio

          P.s. Per facilitarle la ricerca sul secolo d italia di oggi consultabile anche on line ne parla anche la meloni. I dati da lei riportati sono gli stessi che trova sul sito del viminale

          • iPlingo

            La Meloni non è una fonte statistica, tanto meno il Secolo d’Italia.

          • Elio

            Ma ha letto e capito ciò che gli ho scritto? Veda nei dati della farnesina se pensa non siani fonti attendibili e ne avrà conferma

          • iPlingo

            È lei che non capisce: il Viminale e la Farnesina sono posti diversi per Ministeri diversi. Sul sito del Ministero dell’Interno (Viminale) NON c’è alcun documento che riporta i dati divulgati dalla Meloni e da Giordano.
            Sulla stampa moderata (e non populista) diversi articoli recenti parlano del forte calo dei reati in tutta Italia, ma in nessuno di questi si parla più o meno esplicitamente di questi numeri riferiti a questi reati e all’immigrazione.
            Purtroppo i dati non hanno colore politico solo se sono veri, altrimenti è propaganda tanto quella di destra come quella di sinistra. La lascio cordialmente alla sua felice confusione.

          • Elio

            Scusi non la farnesina,mi sono confuso che stavo contattando io la farnesina per motivi personali

          • iPlingo

            Praticamente lei parla di dati infamanti senza portare le statistiche?
            Le consiglio questo pezzo che porta diverse fonti sull’argomento e alcune note di come andrebbero interpretate: https://www.ilpost.it/2018/02/05/rapporto-immigrazione-criminalita/

      • Marco

        Dati falsi, oltretutto parli di stupri in un articolo che riguarda un furto. Chissa’ se la Meloni e il Secolo ti hanno fatto il conto dei femminicidi commessi da italiani.

    • Marco

      I sinistri sono troppo occupati a commentare altri furti di entita’ maggiore, tipo che so 49 milioni, e violenze un po’ piu’ serie, tipo i femminicidi e gli stupri commessi in gran parte da italiani.

  • maumamaro

    La corte UE ha deciso che ce li dobbiamo tenere.

    • iPlingo

      Perché non dovremmo? Se abbiamo sottoscritto una convenzione dobbiamo rispettarla, non crede?

      • Illuminatus

        Perché, quali diritti possiede chi da straniero non rispetta la Legge italiana? Suvvia, ci illumini!!

        • iPlingo

          Non ho difeso il personaggio, ci mancherebbe. Dico che la pronuncia della Corte è corretta: c’è la convenzione sui rifugiati che garantisce loro precisi diritti, e chi l’ha sottoscritta la deve rispettare, così com’è giusto che chi non rispetta la legge venga giudicato e paghi di conseguenza.
          Si rilassi, nessuno pensava di darle del “cattivista”.

          • Illuminatus

            Per carità, so che la Corte di Giustizia EU Le da’ anche ragione. E’ solo che, secondo il mio modesto parere, insieme ai diritti dovrebbero esserci anche dei doveri. Buona giornata.

    • Camillo Frangipane

      ma solo se ritornando al paese natio rischiano la vita…
      con un simile soggetto la vita la rischiano gli altri.

  • Marco Boldori

    E naturamente non vi era nessuno che poteva aiutarla o dare l’allame?ma in stazione ta taxi,polfer..il bar… persone proprio nessuno?

  • Graziano Ansaldi

    Ovviamente rilasciato nonostante la pericolosità, dato che si è visto che un tipo violento e pericoloso. Mah, ormai non trovo più le parole per commentare queste sentenze.

    • Marco

      Quale sentenza? Non c’è stato nessun processo.

      • Graziano Ansaldi

        Peggio ancora….

  • marcus

    lasciate ogni speranza voi italiani che avete costruito il paese a suon di sacrifici . I nostri avi si rivolterebbero nella tomba se sapessero…Colpa nostra colti . tutti laureati sapientini

    • Marco

      I giovani laureati stanno lasciando l’Italia in massa. E no, non lo fanno per colpa della fantomatica “invasione” , e nemmeno per la micro criminalità

  • luciano1956

    buttatelo nel grande fiume