Commenta

Festival Monteverdi, cambio
di location per l'ensemble
Terra d'Otranto

AGGIORNAMENTO – Per le incertezze del meteo, la direzione del teatro Ponchielli informa che il concerto di domenica 26 maggio dell’Ensemble Terra d’Otranto previsto nel chiostro della chiesa del Foppone si terrà invece nella chiesa di san Marcellino.

Prosegue il Monteverdi con l’immancabile Vespro della Beata Vergine di C. Monteverdi, che nella chiesa barocca di S. Marcellino sabato 25 maggio (ore 21.00) sarà eseguito dall’ensemble scozzese Dunedin Consort diretto da John Butt, per la prima volta ospiti a Cremona al Festival.
Vivace e coinvolgente la danza popolare ci aspetta domenica 26 maggio (ore 11.00) nel Chiostro della Chiesa del Foppone, l’Ensemble Terra d’Otranto proporrà Tarantule antidoti e follie, lasciamoci catturare dal ritmo sfrenato della tarantella e dei tamburelli.

I biglietti sono in vendita alla biglietteria del Teatro, aperta tutti i giorni feriali dalle 10.30 alle 13.30 e dalle 16.30 alle 19.30 (tel 0372.022001/02) – info@teatroponchielli.it –www.teatroponchielli.it

Biglietti:
concerto 23 maggio: posto unico € 15,00
concerto 24 maggio: posto unico € 20,00
concerto 25 maggio: posto unico € 25,00
concerto 26 maggio: posto unico € 10,00

I CONCERTI DELLA SETTIMANA

Giovedì 23 maggio, ore 21.00 – Chiesa S. Abbondio

VARIAZIONI GOLDBERG.1
di Johann Sebastian Bach

Andrea Buccarella, clavicembalo
in collaborazione con International Competition Musica Antiqua – MA Festival Bruges
Maratona Goldberg – Orizzonti

Vincitore del prestigioso concorso internazionale di Bruges, il giovane clavicembalista italiano Andrea Buccarella affronta uno dei baluardi più impervi del repertorio per tastiera: le cosiddette Variazioni Goldberg commissionate a Johann Sebastian Bach – così si narra, tra storia e mito – da un conte russo che soffriva di insonnia. Tutt’altro che riposanti, le Goldberg sono – nelle parole di Glenn Gould – «una musica che non conosce né inizio, né fine, nate nella visione di un disegno inconscio che esulta su una vetta di potenza creatrice».

Venerdì 24 maggio, ore 21.00 – Chiesa S. Abbondio
VARIAZIONI GOLDBERG.2 di Johann Sebastian Bach

CONCERTO ITALIANO – Rinaldo Alessandrini, clavicembalo e direzione. Maratona Goldberg

Variazioni nelle variazioni, che cambiano e contrastano l’immagine e il suono delle Goldberg, originalmente concepite per tastiera, ma ripensate qui dal raffinato Rinaldo Alessandrini per un gruppo d’archi e basso continuo. Nessuna pretesa di ortodossia, bensì un divertissement, un sottile piacere intellettuale e di ascolto, confortati dalla ricchezza timbrica degli archi, che isola le singole linee e al tempo stesso ricrea l’unità contrappuntistica, evidenziandone la straordinaria inventiva.

Sabato 25 maggio, ore 21.00 – Chiesa S. Marcellino
VESPRO DELLA BEATA VERGINE
di Claudio Monteverdi

DUNEDIN CONSORT  – John Butt, direzione

Incastonato nel cuore del Festival, il consueto e sempre atteso appuntamento del Vespro della Beata Vergine, pubblicato a Venezia nel 1610, risuonerà nella suggestiva Chiesa di S. Marcellino. Uno dei capolavori assoluti della storia della musica, Monteverdi compila una enciclopedia di stili contrastanti, tecniche e forme contemporanee, riversate con maestria assoluta dal mondo dell’opera al repertorio sacro. Il rinomato ensemble scozzese diretto da John Butt, il Dunedin Consort, approda a Cremona per la prima volta, per una interpretazione del Vespro vitale, luminosa e raffinata.

Domenica 26 maggio, ore 11.00 – Chiostro della Chiesa del Foppone
TARANTULE. Antidoti e follie. La terapia del tarantismo nelle fonti antiche

ENSEMBLE TERRA d’OTRANTO – Across

La tarantella, vivace forma di danza popolare tipica dell’Italia meridionale, trae le proprie origini da antichi rituali legati alla terapia coreutico-musicale del tarantismo, patologia caratterizzata da convulsioni, delirio, tremori, leggendariamente attribuita al morso della tarantola. Dal Medioevo in avanti, filosofi, medici e musicisti ne rimasero affascinati. Lasciamoci “tarantare” da una domenica mattina a ritmo di danza e tamburelli, in compagnia dell’Ensemble Terra d’Otranto.

 

 

© Riproduzione riservata
Commenti