Un commento

Gestione parcheggi, respinti
dal Tar i tre ricorsi
di Saba contro il Comune

Respinti dal Tar di Brescia i tre ricorsi che Saba, concessionaria dei parcheggi di Cremona, aveva avviato nei confronti dell’amministrazione comunale di Cremona: sono infatti stati dichiarati inammissibili. Ora il Comune ripartirà da zero sulla partita parcheggi, e si attendono le prossime mosse, che giungeranno sicuramente dopo le elezioni del 26 maggio.

L’obiettivo della giunta Galimberti era quella di riprendersi tutti i parcheggi del centro storico, per farli gestire ad un unico gestore, nella fattispecie Aem spa, revocando anticipatamente la concessione in vigore fino al 2047. Si tratta dei parcheggi più prestigiosi, a partire da piazza Marconi, e da altri nella zona storica della città. Proprio da questa decisione è iniziata una battaglia a colpi di ricorsi da parte di Saba.

Il primo ricorso nei confronti del Comune di Cremona riguardava l’annullamento dell’estratto del verbale della seduta della giunta comunale del 14 novembre, che aveva per oggetto l’atto di indirizzo di giunta di risolvere la concessione con Saba. Il secondo era contro la lettera del Comune che recava una proposta di indennizzo per la revoca della concessione.

Il terzo ricorso chiedeva infine l’annullamento della nota firmata dal dirigente Marco Pagliarini che aveva per oggetto il riequilibrio economico finanziario della convenzione di gestione parcheggio di piazza Marconi, negato dall’amministrazione comunale.

“Un passaggio importante per il percorso che abbiamo intrapreso di chiusura del contratto capestro con Saba, verso l’obiettivo di avere a Cremona un unico gestore dei parcheggi per attuare quelle politiche della sosta, anche tariffarie, che favoriscano i cittadini” commenta il sindaco Gianluca Galimberti. “La strada è lunga ma questa è una tappa fondamentale e positiva non solo per il Comune ma per la città”.

Silvia Galli

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Giamburrasca19

    A proposito di parcheggi noto con sempre più disgusto la mancanza di rispetto e sensibilità verso i disabili che porta i sempre presenti furbetti ad occupare in modo arbitrario i parcheggi in citta’ e nei piazzali dei supermercati e centri commerciali.
    E se lo fai notare rischi anche la rissa.
    Domanda: non si potrebbe appaltare il controllo di questi parcheggi con fermo delle macchine a mezzo ganasce o ceppi a una società ?
    Poi per lo sblocco e pagamento multa basterebbe che il trasgresdore