12 Commenti

Patto Civico: 'Così
rigeneriamo
porta Mosa'

La lista Patto Civico a sostegno di Galimberti ha presentato la proposta di progetto per il restauro conservativo di Porta Mosa e del baluardo Caracena. A illustrare il progetto, Massimiliano Sciaraffa, tecnico dello Zaist, Giacomo Volpi, giovane regista cremonese e Matteo Villa, studente di Musicologia abitante in centro storico. Dopo un rapido sguardo alla struttura della porta medioevale miracolosamente salvata dalla demolizioni di inizio novecento, è stato presentato il progetto nei suoi dettagli di maggior rilievo.

“Vogliamo recuperare l’unica Porta di Cremona ancora in essere, le mura medioevali e spagnole e il baloardo Caracena. vogliamo proseguire la valorizzazione intrapresa dall’Amministrazione Galimberti che ha riportato a porta Mosa eventi culturali di rilievo fra cui il PAF. Ricordiamo ancora nei decenni passati la Danza, le feste dell’Unità e altri avvenimenti di rilievo. Il progetto consiste nel restauro della Porta medioevale e nella sua apertura al pubblico. Accanto alla porta sarà reso utilizzabile il magazzino, uno spazio limitato, che potrà essere a disposizione del quartiere. Molti in questi giorni hanno presentato progetti, più o meno belli, ma senza spiegare la copertura finanziaria. Noi ci sbilanciamo: con poco più di 100.000 euro Porta Mosa tornerà a vivere!” afferma Massimiliano Sciaraffa. Con questa proposta vogliamo dimostrare che bastano poche mirate risorse per rigenera un’area di città finora non valorizzata a sufficienza. Porta Mosa diventerà un parco archeologico e storico dedicato alla memoria cittadina. “Abbiamo un compito ben preciso, noi come lista civica, ma pensiamo anche la politica nostrana: recuperare i nostri monumenti per dare speranza ai giovani. Recuperare Porta Mosa è un dovere civico. Trasmetterla ai nostri figli è un dovere morale. Recuperare e mantenere in ottimo stato il parco è un dovere necessario affinché noi cremonesi si possa migliorare il destino di queste aree da troppo tempo dedicate. Abbiamo tanti monumenti, vuoti, ma abbiamo tante idee noi cremonesi. Ci mancano le risorse ma anche il coraggio. Dobbiamo tornare ad essere una generazione propositiva, Cremona merita di più da noi, facciamo sempre troppo poco!” conclude Angelo Garioni, portavoce politico di Patto Civico.

GUARDA QUI LE TAVOLE DEL PROGETTO

© Riproduzione riservata
Commenti
  • ciclo-pe

    Forza e coraggio, un progetto certo degno di essere portato a termine. Questo malgrado la storica e miope politica urbanistica del Comune che, nonostante fosse proprietario delle aree intorno ed avendo perciò la possibilità di realizzare un piano urbanistico di conservazione e valorizzazione monumentale del balurdo Caracena e di porta Mosa, alienò le aree al miglior offerente con risultati, come dimostrano le recenti vicissitudini dell’area ex Snum, molto discutibili.

  • Elio

    Pensarci prima? L iniziativa sarebbe ottima ma piu credibile se presa in considerazione non qualche giorno prima del voto ma qualche anno fa,ora sembra piu uno specchietto per le allodole

  • Illuminatus

    Niente di meglio di elezioni amministrative per far spremere le meningi e dare spunto alla creatività!!

    • Elio

      Ci vogliono elezioni mensili come ho gia detto

      • Illuminatus

        Appunto! Ti stavo infatti parafrasando.

  • Mario Rossi SV

    Nei 5 anni precedenti dove sono stati visto che porta mosa è in completo abbandono anche a causa del sindaco che appoggiano

  • Daniele Disingrini

    PRIMO PASSO : buttare giù il vecchio portone ottocentesco e sostituirlo con un bel portone patinato di plastica? POTREBBE ESSERE, VISTA LA FINE TRAGICA DEL PROGETTO PER CORPUS DOMINI. Quando c’è di mezzo PATTO CIVICO può succedere di tutto.

  • Daniele Disingrini

    Verranno utilizzati gli africani anche qua? AMICI AFRICANI, PREPARATEVI. AFFILATE I CACCIAVITI per grattare i ciottoli.

  • Daniele Disingrini

    LA TORRE MOZZA NON DEVE, NON PUO’ ESSERE CHIUSA CON UN TETTO DI COPPI !!!!

  • Daniele Disingrini

    Cominciate semmai a spostare il cagatoio e pisciatoio dei cani che si trova nella parte posteriore, attaccato alla porta murata sud.

  • Daniele Disingrini

    Archeologi in erba del PATTO CIVICO.
    Sarebbe meglio CONCLUDERE il lavoro che si era incominciato con CORPUS DOMINI di Via Chiara Novella, ANZICHE’ BUTTARSI IN UNA NUOVA AVVENTURA.
    Il progetto di CORPUS DOMINI è NAUFRAGATO VERGOGNOSAMENTE A CAUSA DELLA DISASTROSA ORGANIZZAZIONE DI ANGELO GARIONI, per cui, per favore, lasciate stare PORTA MOSA, perchè si farà la stessa fine.

  • Rosso

    Perché non andate in via della dogana a rigenerarvi