Politica
Commenta67

Galimberti: 'Costruiremo una visione di città nuova' Malvezzi: 'Buon lavoro'

E’ Gianluca Galimberti il sindaco di Cremona, rieletto con 17.245 voti (55,94%), contro i 13.580 voti (44,06%) di Carlo Malvezzi. Un risultato accolto con grandi festeggiamenti al comitato elettorale di via Largo Boccaccino, dove decine di suoi sostenitori hanno atteso l’arrivo del riconfermato primo cittadino, per congratularsi con lui.

“Dobbiamo fare in modo che questa cosa diventi un seme importante” ha detto, in piedi su una panchina. “Voglio ringraziare tutti per il lavoro fatto, per quello che siamo riusciti a ottenere insieme. Non è finita la stagione in cui ci chiedevamo di parlare con le persone. Questa campagna elettorale, fatta in modo civile, ha portato i suoi frutti. Vogliamo costruire una visione di città nuova”.

Il prossimo passo sarà quello di costruire le squadre: non solo quella della Giunta. “C’è una squadra più allargata, di tutti quei cittadini che hanno lavorato nei quartieri, nelle associazioni e in tutti gli ambiti. Dobbiamo coinvolgere tutti coloro che vorranno lavorare per una Cremona diversa, con una visione di futuro, con un percorso che richiede pazienza. E vi chiedo di non lasciarmi solo in questo”.

Un cenno anche agli avversari: “Devo ringraziare anche Malvezzi e tutti gli altri candidati, perché ci hanno messo la faccia e si sono impegnati. Ed è questa la democrazia”.

“Facciamo tanti auguri di buon lavoro al sindaco Galimberti”. Così, con molto fair play, Carlo Malvezzi commenta la sconfitta elettorale. E lo fa con una promessa: “Noi ci saremo, faremo la nostra parte in Consiglio Comunale. Non facciamo passi indietro, ma ne facciamo due avanti: vogliamo fare un’opposizione corretta, come del resto abbiamo fatto in campagna elettorale.

Ci siamo presentati agli elettori con un programma concreto e realizzabile e con una buona squadra. Prendiamo atto che i cremonesi hanno ritenuto di riconfermare la fiducia a Galimberti. Questi anni saranno”.

L’ex candidato si toglie anche qualche sassolino dalla scarpa: “Ho solo un rammarico: che negli ultimi giorni di campagna elettorale c’è stato un innalzamento dei toni, che sono stati aggressivi nei confronti delle persone. Questo significa che la politica deve fare ancora tanti passi avanti. Io sono fiero di non aver preso parte a questa sorta di rissa”.

Laura Bosio

© Riproduzione riservata
Commenti