15 Commenti

Il ballottaggio nei quartieri:
Galimberti vince
in centro e periferia

Il centrodestra perde quasi dovunque nella sfida del ballottaggio in città. La zona di via Giordano, quartiere al centro delle polemiche sulla viabilità con la sua presidente Maria Cristina Arata (anche candidata nelle fila di FI) votava in buona parte ai seggi della Colombo – Aporti: al ballottaggio Malvezzi sostenitore del sì al referendum per la strada sud,  ha preso 1072 voti e Galimberti 1228; ai seggi dell’Anna Frank, nella vicina via Novati, 950 voti sono andati a Malvezzi, 1127 a Galimberti.

In zona Cascinetto, dove periodicamente torna il problema della convivenza tra centro sociale e quartiere, (la cui presidente Rosa Maria Grazia Tozzi, pure candidata di FI) il candidato del centrodestra ha preso 590 voti ai seggi della scuola Visconti (724 Galimberti) e 312 a quelli collocati nel centro civico Cascinetto (394 voti a Galimberti).

Al Cambonino, altra zona periferica dove si sono viste scintille tra i candidati degli opposti schieramenti, le preferenze sono state 517 per Malvezzi e 673 per Galimberti, considerando i seggi del Torriani; al complesso scolastico di Cavatigozzi, 341 voti per Malvezzi e 414 per Galimberti. In questo caso il risultato del ballottaggio ha ribaltato quello del primo turno, quando Malvezzi era davanti a Galimberti 441 voti contro 416.

Guardando al centro storico e prendendo come riferimento i seggi della Capra Plasio, si contano 729 voti per Malvezzi e 868 per Galimberti. Mentre nel popoloso quartiere Po, dove risiedono molti dei candidati di entrambi gli schieramenti, alla scuola Monteverdi ha vinto Galimberti con 2072 voti contro Malvezzi, 1815. L’elenco completo della distribuzione dei voti nei seggi alla pagina del comune di Cremona: https://www.comune.cremona.it/node/487967. g.b.

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti
  • Franz

    Il voto nei quartieri è il riconoscimento dell’impegno di chi, senza clamore, ha lavorato molto per cinque anni…. Complimenti a Rosita Viola e Barbara Manfredini!

    • Andrea sindaco

      A si Complimenti … la manfredini prende un centinaio di voti, non eleggibile ma ripescata…successo

      • Diretur

        Casso come vi brucia

  • Giamburrasca19

    I toni pacati del Sindaco Galimberti hanno anche contribuito alla sua schiacciante vittoria.
    Malvezzi ha dipinto il quadro di una città invivibile , morente, senza eventi o manifestazioni per rivitalizzare il centro cittadino, insieme ad un immobilismo pressoché totale dei cinque anni d’amministrazione Galimberti , descritto come incapace di farla crescere.
    I risultati ottenuti i riconoscimenti ricevuti per il lavoro svolto uniti all’incremento pressoche’ ovunque si sia votato hanno dimostrato che una larga parte di Cremona non la pensa così.

    • Pamy

      Quindi se secondo lei va tutto bene … mi spiega come mai a differenza di città come Brescia, Bergamo, Crema, Piacenza e Mantova a Cremona mancano totalmente le piccole e medie industrie che costituiscono il tessuto sociale ed economico di una città? … come mai nuovi imprenditori non investono nel nostro territorio, mentre quelli vecchi chiudono o se ne vanno altrove? … come mai i nostri giovani abbandonano la città per costruirsi una carriera lavorativa altrove? … e i commercianti perché sono costretti a chiudere i loro negozi, svuotando così sempre di più il centro storico?
      Come mai tanti cremonesi si lamentano dello stato di degrado e incuria in cui vengono lasciate alcune zone della città e il nostro cimitero? … me lo dica su dai …
      Galimberti si sarà pure riconfermato, ma solo perché al ballottaggio tanta gente ha preferito rimanere a casa e non votare visto i due candidati presenti, uno più imbarazzante dell’altro….

      • Giustino Fontana

        Parole sante.. ma non parlare con gianburrasca.. è un rosso antico , parla con la stessa immaginazione per leggere una fiaba.

        • Giamburrasca19

          Io suo commento si commenta da solo…… arrogante
          Non cambiate MAI, specialmente quando venite battuti ben bene.
          Mi sono stufato di personaggi come Lei.
          Saluti

          • Giustino Fontana

            E noi personaggi come lei.. io non ho offeso ma semplicemente commentato.. arrogante se lo tiene per sé, visto che non mi conosce e grazie a dio io non la conosco..

          • Giamburrasca19

            Ah no???? Doppiamente arrogante.
            Adesso fai la parte offesa ma prima scrivi invitando a non parlare con me perche’ commento come leggere una fiaba e mi dai anche del comunista vecchio stampo,
            Che metodi usi vecchio stampo per negare il dialogo …..?
            Com’è, lanci il sasso e poi nascondi la mano?
            Vedi questo atteggiamento è puerile e tipico di chi sentiva la vittoria in tasca e poi ha ricevuto una sonora sconfitta dalla citta.
            Che vi piaccia o no Cremona ha riconosciuto il lavoro svolto dal Sindaco Galimberti e non ha voluto una citta’ governata da una Lega che guarda a Casapound e un sindaco svuotato di ogni potere.
            Rimarco anche che quanto ho scritto e’facilmente confutabile (basta avere voglia d’infomarsi)
            E che per quanto riguarda la strada sud i residenti della zona via Giordano/Cadore hanno dato le preferenze a Galimberti e di fatto bocciandola una seconda volta e che anche la zona del centro ha votato in larga parte per il Sindaco Galimberti .
            Ie proposte della destra non hanno convinto e i Cremonesi non hanno riconosciuto la città come quella descritta da Malvezzi.
            (dati della Provincia fu Cremona,,inserto sui risultati).
            Informarsi fa’ bene.

      • pendolarestanco

        alcune velocissime risposte.
        primo) fino all’ultima e spiazzante crisi interna la libera (nota associazione cremonese) ha fatto il bello ed il brutto tempo definendo (per me molto male) le linee guida economiche dello sviluppo cittadino. sarà un caso che appena tale associazione è “esplosa” si è finalmente sentito parlare di smartcity, terziario avanzato (e non solo di terziario arretrato) etc etc. e non più solo di mais e latte (che come noto hanno tassi di occupazione comunque molto bassi).
        e molte giunte di sx hanno voluto comunque baciare la pantofola alla libera e le conseguenze si vedono e si pagano, inutile nasconderlo (i tempi, pessimi, delle convergenze parallele).
        secondo) la regione, se non a parole, non ha mai speso per le infrastrutture nel cremonese. mi spiega perchè una azienda dovrebbe investire a cremona quando mancano le infrastrutture per insediamenti? trasporto su ferrovia assente (una delle poche linee regionali ancora a singolo binario), porto canale che finisce nel nulla, leggi regionali che facilitano i centri commerciali, etc etc. gestisco business plan e le dirò che avrei avuto problemi a giustificare un investimento a cr.
        terzo) sul terziario arretrato di cremona inutile dilungarsi. rimando ad uno studio degli anni scorsi della cattolica-mannheimer che è ancora molto illuminante. e poi con il tasso di disoccupazione del cremonese (e reddito conseguentemente ridotto) mi spiega perchè dovremmo mantenere un tasso di luci commerciali abnorme in città?
        per quanto concerne poi il tessuto sociale di una città mi pare che lei faccia un poco di confusione: il tessuto sociale è una cosa ed il tessuto economico è un’altra. confondere le due cose è un vizio/errore voluto da molta della attuale classe politica nazionale e non.

      • Marco

        Non mi pare che nei 4 anni di Perri sindaco e Malvezzi vicesindaco Cremona fosse la silicon valley, magari con Zagni sarebbe stata molto più social, purtroppo per lui i selfie facili da sciacallo sono stati controproducenti.

        • Diretur

          Esatto.
          Degno imitatore del capitone.

          Sul fatto che serva un rilancio economico posso anche esser d’accordo come, e soprattutto, con il fatto che ci siano troppi centri commerciali.
          Io, però, nei centri commerciali non ci vado. Quanti elettori invece ci vanno? Quanti commentatori di CremonaOggi? Perché sono pieni? E perché la (da me per nulla stimata) assessora regionale Viviana Beccalossi si sentì in dovere di “prendere in giro” i cittadini bresciani perché in una giornata di sole facevano la coda verso El Nos invece che andare al lago o in montagna?
          Il problema “centri commerciali” è dunque un problema più culturale che politico.. e Oreste Perri, onesto anche se politicamente avversario, ha dichiarato che un sindaco contro le chiusure può fare poco. E le vede ovunque.
          STRADA SUD!?!?? Basta non se ne può più. Malvezzi ha perso anche in zona via Giordano. Ci mettiamo in testa che venti minuti di traffico due volte al giorno non giustificano un simile scempio? Questa città ha demolito le porte, le mura, ha demolito antichi conventi per fare orribili plessi scolastici, per fare la Camera di Commercio, basta basta basta. Si può trovare un’altra soluzione per quei 5-10 minuti di coda (al massimo) in due momenti della giornata. Fatti un giro sull’argine, vai a San Sigismondo: sono le due vedute sulla città più belle, che valgono la copertina per depliant turistici con cui incrementare i flussi. Altro che non far fare due semafori (peraltro solo intorno alle 8 ed intorno alle 18.30)
          Autostrada per Mantova: inutile. Se il traffico è solo locale devi raddoppiare l’esistente, altrimenti porti solo traffico da fuori per le lunghe percorrenze e non risolvi i problemi locali. Ma bisogna trovare i fondi.
          Tornando al rilancio economico, il Polo per l’Innovazione e quello per l’ecologia vanno nella giusta direzione così come lo sarà lo sviluppo dell’Università nel Parco dei Monasteri.
          E poi si punti sul turismo, come sembra stia succedendo.

      • Diretur

        Scusa, Pamy oltre ai luoghi comuni hai qualche dato? Come puoi confrontare città diverse quanto a popolazione storia e territorio? Cremona è un quinto di Brescia o Bergamo.

      • Giamburrasca19

        Prima risposta: Cremona è da sempre un po’ letargica ma aveva un buon tessuto produttivo fino a quando le piccole aziende sono schiacciate da balzelli assurdi e chi guadagnava veniva considerato un ladro.
        Tutto per ripianare la voragine di un debito pubblico causato dalla politica il malaffare(ricorda Mani Pulite!) E pensioni date in allegria a cittadini e politici.
        Poi sono arrivati i giganti( Cina, india ecc.ecc) ed è stata la fine.
        Le infrastrutture mancano o sono vecchie ma
        la Regione ha sempre latitato per i treni,autostrade ecc.ecc…se non sbaglio non è stata a trazione ciellina/leghista negli ultimi anni?.
        I giovani abbandonano primo perché non sono piu’ sedentari,vogliono riconosciuto il loro valore anche economicamente mentre oggi e’ una corsa al taglio degli gia’ magri stipendi.
        E sono da ammirare.
        I commercianti del centro o si adeguano alle nuove dinamiche di vendita o chiudono.
        Le stesse associazioni dei commercianti lo hanno detto.
        Centri commerciali? sono il logico presente del mondo imprenditoriale che avanza….non mi dica che non li frequenta….poi con il costo della vita e gli stipendi rosicchiati da contratti sempre più magri…. Gli stessi commercianti di Cremona si sono affrettati ad affittare degli spazi con l’apertura dei primi centri commerciali..
        Incuria…..il comune per me ha e sta’ lavorando bene con le risorse che ha a disposizione.
        Se poi l’incivilta’ avanza e il senso civico affonda…..in esempio è il menefreghismo di chi non differenzia e lascia i propri rifiuti nei cestini o sporca ma non raccoglie….colpa del Sindaco?
        Degrado….ci sono case e condomini diroccati, abbandonati chiusi da anni o non manutenzionati….colpa del Sindaco?
        Si rassegni, Cremona ha un buon Sindaco e i Cremonesi lo hanno rieletto alla grande perché hanno capito che lavora per Cremona e non contro.

  • Elio

    Si vede che sia al cambonino che vicino alla caritas la maggioranza dei cittadini negli ultimi 5 anni si sente piu sicura e tutelata ogni giorno di più. I ragazzi dei centri sociali riescono a fare sempre meglio le loro attività socialmente utili sempre meglio e sempre di più con l aiuto del sindaco che ha gia gentilmente dato loro gli immobili con usofrutto gratuito.