2 Commenti

Trambusto al presidio
all'AF Logistic di Soresina,
Malore e manifestante ferito

Forti tensioni questa mattina a Soresina davanti al polo logistico AF Logistics dove da circa 20 giorni il sindacato SI.Cobas ha organizzato un presidio fisso dei lavoratori, tutti dipendenti di una cooperativa, che protestano contro lo spostamento dell’attività in altra zona. Questa mattina, per garantire il proseguimento dell’attività del magazzino, si è svolto un servizio di ordine pubblico predisposto dalla Questura di Cremona, che ha impiegato le forze territoriali della Polizia di Stato, la polizia Stradale, carabinieri, Guardia di Finanza e reparti di rinforzo della polizia di Stato e dell’Arma. Lo scopo era consentire il proseguimento dell’attività lavorativa da parte di chi non aderiva alla manifestazione.

Da magazzino soresinese partono infatti merci per la catena di supermercati Iper del nord Italia e il protrarsi dell’interruzione della movimentazione delle merci, oltre al danno economico derivante dal mancato rifornimento dei magazzini di vendita al dettaglio, rischia di avere ripercussioni negative sui livelli lavorativi di tutti i punti vendita.

L’intervento delle forze di polizia ha rimosso il blocco dei manifestanti che si erano sdraiati in terra dinanzi all’ingresso del sito, i quali sono stati sollevati di peso dagli operatori e spostati per consentire l’uscita degli autocarri e la ripresa della circolazione stradale.
L’esasperazione dei lavoratori ha fatto sì che le forze dell’ordine utilizzassero anche un fumogeno. Un manifestante ha lamentato un malore, mentre un altro nell’allontanarsi dalla zona è caduto in terra. Per loro si è reso necessario l’intervento di personale sanitario.
La posizione di uno dei manifestanti identificato nelle prime fasi dell’attività per aver incitato i manifestanti contro gli operatori è attualmente al vaglio della Digos; ulteriori posizioni verranno valutate a seguito dell’analisi dei filmati della Polizia Scientifica.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Matteo -p

    Io inviterei il giornalista a dare un’occhiata al video di telecolor e riscrivere l’articolo. Cosi’ come inviterei il direttore a dare ben altra visibilita’ a questi gravi eventi. Sembrerebbe che la gamba rotta ecc non sia di Italiani, ma di lavoratori stranieri, posizioni la notizia a fine pagina.
    Link al video:
    https://www.youtube.com/watch?v=ftQdCYSDXBo&feature=share&fbclid=IwAR2CxCLUJBIbKgSjz0pZqk5N2wca1uCgRYp-0C9I5sI0nTVlpM6qKEmbYPg

  • Alceste Ferrari

    Il fatto è gravissimo: si torna ad una gestione delle proteste sindacali, legittimate dalla Costituzione, che rimandano agli anni venti-trenta dello scorso.
    Qui si tratta di lavoratori in sciopero per salvaguardare il lavoro: 170 licenziamenti!
    E la polizia carica?
    Bella democrazia
    Grazie Ministro degli Interni
    Il ventennio è servito