I commenti sono chiusi

Diritto alla salute e cittadini
stranieri: le precisazioni
del gruppo Articolo 32

A seguito dei numerosi commenti all’articolo del 12 giugno (Cure per gli stranieri irregolari: Ats e ospedale rinnovano il protocollo con Articolo 32), abbiamo chiesto alcune precisazioni al gruppo Articolo 32 per evitare il diffondersi di timori infondati sulla possibile presenza di focolai di malattie infettive tra le persone (stranieri, anche appartenenti all’UE, privi di assistenza del servizio sanitario nazionale e in qualche caso anche cittadini italiani indigenti) che vengono visitate dai medici volontari come assistenza di base. Il gruppo, costituitosi nel 2010, risponde tra l’altro ad un preciso dettato costituzionale, quello espresso appunto nell’art. 32 della Carta che recita: “La Repubblica tutela la salute come fondamentale diritto dell’individuo e interesse della collettività, e garantisce cure gratuite agli indigenti”.

“Articolo 32 – ci spiega la presidente Ilaria Cavalli, da noi contattata –  è un’ organizzazione di volontariato senza scopo di lucro formata da medici, infermieri ed altre figure che prestano il loro servizio in seno all’organizzazione in modo completamente gratuito. Per le proprie spese di gestione l’associazione si finanzia esclusivamente tramite donazione di privati e proprie iniziative di raccolta fondi.

“GR32 offre un servizio di medicina di base gratuito, equiparabile a quello offerto dal ‘medico di famiglia’, alle persone di qualsiasi nazionalità che per varie ragioni sono escluse da tale servizio e che si trovano in stato di indigenza.

“Durante il nostro lavoro di volontariato non siamo mai venuti a contatto con focolai infettivi e non siamo addetti alla medicina preventiva (esempio vaccinazioni, profilassi).

“Il nostro lavoro, agevolato dall’accordo con ASST ed ATS (rinnovato a inizio anno per altri 3 anni) contribuisce a ridurre gli accessi impropri al pronto soccorso con tutte le problematiche associate (anche economiche) e soprattutto contribuisce ad evitare che ci siano sul nostro territorio persone prive di assistenza sanitaria”.

© Riproduzione riservata
Commenti
  • Giamburrasca19

    Domanda: nel precedente articolo si parlava stranieri irregolari
    che non risultano ufficialmente sul
    territorio italiano,privi di ogni documento.
    Una volta assistiti e forniti di un tesserino STP (straniero temporaneamente presente), un codice che viene assegnato la prima volta che si accede al pronto soccorso e che in pratica è l’alternativa al codice fiscale vengono rimessi in strada al loro destino di lavoratori in nero, questuanti per non pensare al peggio oppure sono messe in campo altre soluzioni?
    Saluti

    • Camillo Frangipane

      Diamogli una pensione.

      • Giamburrasca19

        Possibile non si possa commentare senza entrare nella polemica oppure avete la mente che va’ solo in quella direzione?
        Lo sa anche lei che è una risposta senza senso.

        • Luca

          ma lo fanno perché credono di essere molto simpatici, se la raccontano e se la ridono come dei dementi credendo di fare battute di alto spirito ed originali.

          • Elio

            Come i clandestini deridono lo stato italiano e tutti gli italiani prendendici in giro facendo i finti profughi di guerra e i morti di fame

          • Giamburrasca19

            Ok,…….e allora?

          • Elio

            Se lei è contento a farsi prendere in giro beto lei. Passi davanti slla caritas e guardi che giovanotti malati e pelle ed ossa che ci sono🤣

          • Telafó Giovanni

            Ci passo tutti i giorni dopo lavoro….ma non mi sento preso in giro! Mi sento preso in giro quando sento il felpato parlare in tv! Poi con calma mi spiega da cosa deduce che i “clandestini” deridono gli italiani? Gliel’ha detto il capitano o la Meloni?

          • Elio

            Fingersi morti di fame facendosi compatire ed aiutare al posto di chi ne ha reale necessita. Lei va a lavoro e loro giocano a calcetto o chattano coi cellulari da 1000 euro. Contento lei che i veri profughi che non vengono aiutati perché questi intasano tutto il sistema. Ora la mekel da berlino dopo averli sedati li spedirà direttamente al migliaro cosi lei sarà felicissimo. Toccherà il cielo dalla felicità

          • Telafó Giovanni

            Hahahahha quella dei cellulari da 1000€ è FANTASTICA! Siamo nel 2019 non nel 1999…i cellulari da 1000€ non esistono!

          • Elio

            Iphone 5 black diamond,il piu venduto nei centri d accoglienza

          • Telafó Giovanni

            E’ lo stesso modello che usa il #quasivicesindacoinpectorecomandoiocomandalalega Zagni per fotografarli nei centri sommesse?

          • Franco Ferrari

            Si rende conto che questo articolo ha il solo scopo di smentire le cavolate sui focolai infettivi che lei ha scritto alcuni giorni fa? Abbiamo cercato di farglielo capire in tanti, ma lei, come si suol dire, “di coccio”. Ora pur di di sfogare il suo astio passa ai telefoni. La settimana prossima la Redazione dovrà chiedere chiarimenti alla Apple…

          • Luca

            Ma cosa dice, lui non è un fascista e neppure un razzista! È solo un tuttologo in camicia nera

          • Giamburrasca19

            ……ok ok ok…. riuscirà oltre ai commenti sempre uguali ad entrare nell’argomento e se possibile portare qualche suggerimento….grazie e saluti

          • Giamburrasca19

            Penso sia cosi.
            Saluti

      • Elio

        Bella idea ,cosi soros e compagnia bella sono contenti e nessuno dice piu che in italia siamo brutti e cattivi. Io farei prelievi forzati alle pensioni minime per curare meglio i poveri profughi denutriti che scappano da guerre e torture

        • Telafó Giovanni

          E perché non andarli a prendere da “quelli che hanno votato la sinistra che ama clandestini e mammina dei centri sociali”? I suoi commenti sono prevedibili come il mal di pancia quando esagero coi fagioli…

        • Giamburrasca19

          Altro commento inconcludente.