Commenta

Università, Cremona attrae
studenti dalle province vicine:
1.500 iscritti, 320 laureati

La Provincia di Cremona, Ufficio Statistica, ha redatto il rapporto sugli studenti iscritti e laureati nelle Università della provincia, in cui vengono presentati i dati relativi agli studenti iscritti nelle università che hanno sede localmente: Politecnico di Milano, Università degli Studi di Milano, Università Cattolica del Sacro Cuore, Università degli Studi di Pavia e Università degli Studi di Brescia. I dati, forniti dalle università ed elaborati dall’Ufficio Statistica della Provincia di Cremona, evidenziano il numero e le caratteristiche degli studenti iscritti e laureati e la loro provenienza.

Nell’anno accademico 2018/2019, le Università presenti in provincia di Cremona sono cinque: Politecnico di Milano, Università degli Studi di Milano, Università Cattolica del Sacro Cuore, Università degli Studi di Pavia e Università degli Studi di Brescia. Questi i corsi di studi: Politecnico di Milano (sede di Cremona) corsi di laurea in ingegneria informatica, ingegneria gestionale e in music and acustic enghineering, Università degli Studi di Milano (sede di Crema) corsi di laurea in infermieristica, Università Cattolica del Sacro Cuore (sede di Cremona) corsi di laurea in scienze e tecnologie alimentari e in economia aziendale, Università degli Studi di Pavia (sede di Cremona) corsi di laurea in musicologia, scienze letterarie e beni culturali, Università degli Studi di Brescia (sede di Cremona – c/o l’Azienda Istituti Ospitalieri), corsi di laurea in infermieristica, assistenza sanitaria e fisioterapia.

Gli studenti iscritti nell’anno accademico 2018/19 sono complessivamente 1.592. L’università più frequentata è l’Università degli studi di Pavia con 471 iscritti (30%), seguita dall’Università Cattolica del Sacro Cuore con 378 (24%) e dal Politecnico di Milano con 365 (23%). Distinguendo gli iscritti per genere, risulta che maschi e femmine sono perfettamente equilibrati: i maschi sono complessivamente 798 e le femmine 794. Analizzando nel dettaglio la presenza per genere nelle singole università, si nota che la differenza maggiore tra i due sessi si rileva all’Università degli studi di Milano dove prevale il genere femminile (le femmine sono il 78% e i maschi il 22%) e al Politecnico di Milano, dove prevale invece il genere maschile (i maschi sono il 78% e le femmine il 22%).
Le ragazze preferiscono i corsi di laurea in “infermieristica’, ‘fisioterapia’ e ‘assistenza sanitaria’, dell’Università degli studi di Brescia (66%) e dell’Università degli studi di Milano (78%) e i corsi di ‘musicologia’ e di ‘lettere e beni culturali’ dell’Università degli studi di Pavia (58%).

I ragazzi invece preferiscono i corsi di ingegneria del Politecnico di Milano con (78%) e corsi di economia e scienze agrarie dell’Università Cattolica del Sacro Cuore (52%). Gli studenti residenti fuori dalla provincia di Cremona sono 902. La maggior parte frequenta l’Università degli studi di Pavia (36%) e a seguire il Politecnico di Milano (25%), l’Università Cattolica del Sacro Cuore (20%), l’Università degli Studi di Brescia (17%) e solo il 3% l’Università degli Studi di Milano. 
Le province limitrofe considerate sono quelle confinanti di Bergamo, Brescia, Lodi, Mantova Milano, Parma e Piacenza. Gli studenti provenienti da queste province nell’AA 2018/19 sono 547, il 34% del totale.

Gli studenti più numerosi arrivano dalla provincia di Brescia (204, il 37%) e frequentano soprattutto l’Università degli studi di Brescia (93) e l’Università Cattolica (47). Da Piacenza arrivano 111 studenti (il 20%) che frequentano soprattutto il Politecnico di Milano (77). Dalla provincia di Milano arrivano 58 studenti (11%) che frequentano soprattutto i corsi dell’Università degli studi di Pavia (32). I 45 studenti che arrivano dalla provincia di Bergamo frequentano per la maggior parte l’Università degli Studi di Pavia (18). Da Lodi arrivano 50 studenti, che frequentano per lo più il Politecnico di Milano (21). Da Mantova arrivano 57 studenti, che frequentano soprattutto il Politecnico di Milano (18) e l’Università Cattolica (16). Da Parma invece arrivano pochi studenti (22), equamente distribuiti su Università Cattolica, Politecnico di Milano e Università degli Studi di Pavia.

Gli studenti provenienti da ‘altre province’ (escludendo quindi le province di Cremona, Bergamo, Brescia, Lodi, Mantova, Milano Parma e Piacenza) sono 351, il 22% del totale. La metà frequenta l’Università degli Studi di Pavia (il 52%), il 21% l’Università Cattolica del Sacro Cuore, il 19% il Politecnico di Milano, il 6% l’Università degli studi di Brescia e il 2% l’Università degli studi di Milano. Nell’anno solare 2018 nelle università della provincia di Cremona si sono laureati 320 studenti, di cui 141 maschi (il 44%) e 179 femmine (il 56%). Il maggior numero di laureati proviene dall’Università Cattolica del Sacro Cuore (101, il 32%) e a seguire dall’Università degli Studi di Brescia (92, il 29%).

© Riproduzione riservata
Commenti