Commenta

Acli, incontro su Padre
Dall'Oglio e sul dialogo
tra le diverse religioni

Venerdi 5 luglio, alle ore 17.30 presso le Acli a Cremona si terrà l’incontro ‘Sulle orme di padre Paolo Dall’Oglio’ per ricordare la sua figura, a 6 anni esatti dal suo rapimento, a Raqqa nel luglio del 2013. Un mese prima del suo rapimento, invitato a Cremona dalle Acli, Padre Dall’Oglio ci aveva parlato in modo appassionato e sofferto del dramma della Siria, Paese da lui molto amato, e della tragedia incombente prefigurandone gli sviluppi tragici che, purtroppo, si sono avverati. “In questo – sottolineano dalle Acli – è stato un profeta inascoltato”.

“Il ricordo di padre Paolo – proseguono dall’Associazione – rimane ancora vivo a Cremona, ma ancor più lo è il suo messaggio di dialogo aperto nei confronti delle diverse culture, religioni e identità. Un messaggio che, oggi, si rivela essere la strada da percorrere, se si vuole costruire la convivenza pacifica tra i popoli del mondo. Padre Dall’Oglio aveva come vocazione specifica la promozione dell’incontro coi musulmani attraverso l’esperienza del monastero di Deir Mar Musa da lui stesso fondato, nei pressi di Damasco.

Un’intuizione “molto avanzata la sua e una visione lungimirante” che papa Francesco ha riecheggiato nel documento ‘Fratellanza umana. Per la pace mondiale e la convivenza comune’ sottoscritto il 4 febbraio 2019, a Dubai, insieme al grande imam di Al-Azhar, Ammad Al-Tayyeb. Per questo, nell’incontro del 5 luglio, presso le Acli, il teologo don Antonio Agnelli metterà in evidenza alcuni paralleli culturali e teologici tra questo documento e alcuni scritti di Padre Dall’Oglio. A margine dell’incontro si farà una preghiera per i migranti lasciati morire in mare.

© Riproduzione riservata
Commenti