Commenta

Donati in Libano computer
e giochi grazie alla sezione
cremonese del 'Nastro Azzurro'

E’ stato anche con la fattiva collaborazione della sezione cremonese dell’Istituto del “Nastro Azzurro” presieduto dal cavalier Gianluigi Cattaneo che l’associazione campana Ampio Raggio ha potuto far giungere a destinazione, in una missione umanitaria in Libano, materiale informatico e ludico ricreativo, presso il Reggimento Logistico Garibaldi.

Come sempre si è realizzata una vera staffetta umana, partita con la donazione di materiali didattici, d’abbigliamento e giochi donati da Enti e Associazioni, fino ad arrivare alla generosa donazione di computer da parte dell’Università di Economia e Management di Torino.
I volontari nonché fondatori della giovane Associazione Ampio Raggio, hanno provveduto alla consegna del materiale raccolto ed acquistato al contingente di Persano, grazie al quale il materiale raggiungerà il Libano tramite gli uomini impiegati nella missione umanitaria in loco. Delicato e impegnativo è stato il viaggio per via mare verso l’Oriente compiuto affinché il materiale giungesse a destinazione.
“E’ importante che le persone sappiano quanto lavoro c’è dietro le nostre attività benefiche”, ha affermato il Presidente dell’Associazione Ampio Raggio Antonio Pio Autorino. “Non escludo che in futuro si potranno realizzare operazioni benefiche anche in realtà a noi più vicine, con l’obiettivo di creare aule dedicate all’informatica da mettere a disposizione per chi ne è privo, giacché siamo consapevoli dell’importanza che tale materia riveste nello sviluppo e nella crescita scolastica dei bambini”.
Ampio Raggio ha goduto di un forte appoggio da parte di enti, autorità ed associazioni; l’operazione, infatti, è stata moralmente patrocinata dal Consiglio Regionale della Campania, dal Sacro Militare Ordine Costantiniano di San Giorgio, dal Centro Servizi e Volontariato di Napoli, ed ha ricevuto la fattiva collaborazione dal Coordinamento Operativo Nazionale Interforze Tutela Ambientale coordinato dal Maurizio Masciandaro, dall’Associazione Nazionale Autieri d’Italia presieduta da Vincenzo De Luca, dal Gruppo Lucano della Protezione Civile coordinato da Giuseppe Priore, dal già citato istituto del “Nastro Azzurro” Sezione di Cremona presieduto da Gianluigi Cattaneo, dalla facoltà di Economia dell’Università di Torino, dal Corpo Internazionale Volontari di Soccorso Umanitario presieduto da Claudio Mantovani e dall’Associazione Nazionale Autieri d’Italia Sezione di Bolzano Presieduta da Lorenzo Miribung.
“Ogni uomo è colpevole di tutto il bene che non ha fatto (Voltaire)” è con questa citazione che il presidente Autorino tenta di smuovere gli animi e invita ancora una volta chi volesse a collaborare, “con la certezza che è solo grazie alla collaborazione di molti che le cose riescono a realizzarsi.”

© Riproduzione riservata
Commenti