Cronaca
Commenta9

Cani vaganti allerta alta Ancora il 40% senza microchip Gli appelli dal canile sanitario

foto Sessa. Il nuovo canile sanitario di Cremona, ancora inutilizzato.

“Attenzione: trovato a Cremona questo cagnolino maschio, sprovvisto di microchip… Nel 2019 ancora c’è chi non registra il proprio cane in anagrafe canina”, è solo uno degli ultimi annunci pubblicati sulla sua pagina facebook del canile di Calvatone, convenzionato con l’Ats per il comune di Cremona e circondario. Uno dei tanti post che invitano all’adozione, proprio in questa fase dell’anno in cui tipicamente sono più frequenti gli abbandoni. E poi c’è Chun-Li, cucciola di 3 mesi trovata abbandonata assieme ai suoi fratellini, “futura taglia media… Bella e dolce”; e ancora un altro post: “Continuiamo con la rassegna dei cani vaganti, questo meticcio di taglia piccola è stato trovato a Drizzona, niente microchip, nessuno ha chiesto di lui…ma è possibile che a nessuno interessi? Lo abbiamo chiamato Rizzo, vi aspetta in canile a Calvatone”.

“Ultimamente non c’è più l’emergenza di qualche anno fa”, spiega Maurilio Giorgi, direttore del dipartimento di prevenzione veterinaria dell’Ats Valpadana, “persistono però problemi legati ai cani vaganti. Molti di questi sono ancora sprovvisti del microchip, per cui non sono registrati all’anagrafe canina e i proprietari non possono essere rintracciati”. Circa il 40% dei cani sono ancora sprovvisti di questa forma di riconoscimento.  In qualche caso vengono riconosciuti dai proprietari attraverso le immagini diffuse dai gestori del canili sanitari; se invece sono provvisti di microchip, l’accalappiacani è in grado di contattare in tempo reale il proprietario, senza nemmeno far transitare l’animale dal canile sanitario.

A Cremona questa struttura, realizzata dal Comune sull’area di via Casello e inaugurata il 29 marzo, è ancora inutilizzata: l’ente locale deve ancora siglare il comodato d’uso che lo metta a disposizione dell’Ats, secondo i requisiti previsti e solo successivamente quest’ultima emetterà un bando per la ricerca del gestore. Attualmente i cani vaganti sul territorio comunale e nei comuni consorziati vengono portati nel canile sanitario di Calvatone. g.b.

© Riproduzione riservata
Commenti