Commenta

Avanza la dismissione
Tamoil, 'tagliati' altri pezzi
dei vecchi impianti VIDEO

Prosegue lo smantellamento della Tamoil, con la demolizione di altre torri di raffinazione e impianti secondo il cronoprogramma approvato dal Ministero dello Sviluppo Economico nell’ottobre 2017. A quell’epoca infatti venne concessa una proroga ai lavori in considerazione della complessità degli stessi e il termine di tre anni (che doveva decorrere dal 2014) venne spostato al 30 dicembre 2019. Al lavoro in questi giorni, ci sono le squadre della ditta Armofer che mediante alte gru stanno provvedendo allo smontaggio delle parti metalliche e alla loro messa a terra. Queste vengono poi ridotte di dimensioni in loco e avviate al recupero. Prima di ogni  demolizione è prevista la verifica di ‘gas free’ all’interno delle tubazioni. Il Comune segue per quanto di propria competenza le varie fasi di attuazione.

 

Entro pochi mesi, secondo quanto dispone la proroga, dovrà finire questa prima fase di dismissione che non riguarda tutta l’area degli impianti non più utilizzati, ma solo più o meno un terzo. Guardando la cartina, il lavoro autorizzato ha riguardato nella prima fase gli impianti collocati al centro dell’area e in misura minore alcuni lungo la tangenziale (colore verde) mentre la fase attualmente in corso riguarda la zona  subito dopo l’ingresso dal piazzale e quella che fiancheggia l’argine maestro (azzurro).

Quanto alla bonifica vera e propria dell’area, finchè rimarrà il deposito di carburante, non se ne farà nulla.

g.biagi

© Riproduzione riservata
Correlati
Commenti