Commenta

Riserva Mab Unesco Po
Grande, riunione operativa
a Piacenza il 26 luglio

Dopo il riconoscimento di bene Unesco dell’asta mediana del Po, di cui fa parte anche il territorio cremonese, iniziano le azioni per dare concretezza al progetto di valorizzazione dei territori a cavallo dei due fiumi. Venerdì 26 luglio il salone monumentale di palazzo Gotico a Piacenza ospiterà il convegno “La riserva Mab Unesco Pogrande, una opportuinità da cogliere”, a cui parteciperanno anche alcuni esponenti cremonesi, dal vicesindaco Andrea Virgilio al sindaco di san Daniele Po, Davide Persico, coordinatore dei comuni rivieraschi cremonesi che hanno fatto rete per supportare la candidatura. I relatori, oltre al sindaco di Piacenza Patrizia Barbieri, saranno i rappresentanti delle Regioni Lombardia, Emilia Romagna, Veneto. In particolare, sono previsti gli interventi di  Meuccio Berselli, Segretario Generale Autorità Distrettuale del Fiume Po; Ivano Pavesi vicesindaco di Guastalla, in rappresentanza dei Comuni promotori; Lorenzo Frattini, presidente Legambiente Emilia Romagna;  Pierluigi Viaroli, docente Università di Parma, Scienze Chimiche, della Vita e della Sostenibilità Ambientale. Conclusioni di Guido Guidesi, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Alle 11,30 sessione tecnica con l’insedimento dell’assemblea plenaria dei sindaci della nuova Riserva Mab con il coordinamento di Cristian Farioli, Autorità Distrettuale del Fiume Po.

© Riproduzione riservata
Commenti