Cronaca
Commenta

Via Radaelli, il Comune mette una toppa 50mila euro per sistemare le gronde Immobile in vendita per 2,5 milioni

Si mette mano al comparto di via Radaelli del vecchio ospedale. Mentre è ancora in alto mare la valorizzazione degli spazi, il Comune provvede a mettere in sicurezza le gronde che guardano sulla strada di collegamento tra via del Foppone e piazza Lodi. Strada stretta, senza marciapiedi, percorsa dalle auto in entrata verso piazza Lodi e su cui da mesi sono state poste delle transenne per allontanare il transito pedonale dal muro del vecchio ospedale. Nei giorni scorsi è stato siglato l’appalto con l’impresa sant’Orsola srl, per un importo di 49.174 euro più Iva (ribasso del 22,75% sull’importo a base di gara). Un lavoro reso possibile grazie ad un contributo regionale (bando AttrAct) di 100mila euro. Il complesso è in disuso da più di 10 anni e non ha mai subito manutenzione, tanto che ci sono elementi particolarmente compromessi, in particolare le gronde e alcuni elementi in cotto dei frontalini in fase di distacco. Proprio per questo mesi fa il Comune aveva messo delle transenne di sicurezza.

Il comparto di via Radaelli figura anche nell’ultimo piano delle alienazioni del Comune, per un importo di 2 milioni e 478mila euro, per circa 4000 mq di superficie. Abbandonata l’idea di ristrutturare quest’ala per completare gli uffici comunali che già esistono lungo via Aselli, restano in piedi varie destinazioni d’uso: artigianato compatibile con il contesto residenziale e terziario; commercio al dettaglio di vicinato (superficie di vendita fino a 250 mq) alimentare e non;  medie strutture di vendita;  uffici e studi professionali; sede di attività culturale, politica, sindacale; banche e consulenza finanziaria; uso direzionale,  alberghi e ostelli,  bar e ristoranti, discoteche, sale giochi, cinema, palestre oltre naturalmente all’uso residenziale. Gli stessi usi risultano non esclusi nemmeno per la componente di maggior pregio del complesso, ovvero l’ex chiesa di San Francesco, con la grande navata centrale suddivisa in tre livelli e già utilizzata come camerata ospedaliera. Circa 5mila mq di superficie in cerca di acquirenti, con un prezzo base indicativo di poco superiore ai 3 milioni di euro. g.b.

© Riproduzione riservata
Commenti