Commenta

Mercato immobiliare,
a Cremona prezzi
ancora in calo

Calano ancora i prezzi dell’immobiliare a Cremona, che già era la città con i costi più bassi di Lombardia: negli ultimi tre mesi si è infatti registrato un -1,9%, che porta il prezzo a 1.167 euro medi al metro quadro. Aumentano invece i prezzi medi degli affitti, che salgono a 6,40 euro al metro quadro, registrando un +1,7% in un anno e un +2,6% negli ultimi tre mesi.

Questi i dati dell’Osservatorio di Immobiliare.it, che a livello regionale registra un trend ben diverso da quello di Cremona: nel primo semestre del 2019, i prezzi delle case in vendita nella regione sono aumentati dell’1,5%, portando il costo medio richiesto a 2.022 euro al metro quadro. I canoni di locazione risultano, invece, in calo rispetto al dicembre dello scorso anno, registrando una perdita di 0,8 punti percentuali. I prezzi richiesti dai locatori si attestano ora a 11,52 euro/mq.

“Questi trend vengono confermati anche nel mercato dei capoluoghi, che vede Milano confermarsi ancora come città nettamente più cara della regione” si legge nel report. “In riferimento all’andamento dei prezzi di vendita, il capoluogo meneghino segna un ulteriore crescita del 4,3%nel confronto semestrale; crescita dei prezzi che arriva, invece, al 6% se paragonata a giugno 2018. Chi acquista casa a Milano deve quindi tener conto di una spesa di circa 3.466 euro al metro quadro.

E’ nettamente inferiore, invece, il prezzo richiesto a Como, seconda città più cara della Lombardia con 2.272 euro/mqe un +3%di crescita semestrale. I migliori risultati in questi sei mesi, sempre sul fronte compravendite, si registrano a Mantova, che segna un +5,7%. Le perdite più evidenti sono quelle di Sondrioe Varese(entrambe -2,8%), mentre risultano in linea con gli scorsi sei mesi i prezzi di Monzae Brescia.

Per quanto riguarda le locazioni, le variazioni risultano negative in metà delle città lombarde: a Milano, con un’oscillazione del -2,6% in sei mesi, i costanti aumenti degli ultimi periodi sembrano essersi ridimensionati, anche se nell’anno i canoni risultano comunque saliti dell’1,3%. Altre perdite si sono registrate a Lodi (-2,5%)e Varese(-2%), mentre sono stabili gli affitti a Cremonae Brescia. In questo primo semestre la crescita più importante è quella di Pavia (+5,9%), seguita da quelle meno evidenti di Como, Monza, Bergamo e Mantova, che guadagnano circa un punto percentuale. La città più economica per le locazioni èCremona (6,40 euro/mq), dove i prezzi richiesti sono più che dimezzati rispetto a Milano (16,87 euro/mq)”.

© Riproduzione riservata
Commenti